Archivi categoria: Musica

Elena Campione, esce l’inedito “Parlano di noi”

Elena Campione giovane promessa siciliana arriva da Nicosia in provincia di Enna. Grazie alla vittoria del concorso canoro “Madofestival” tenutosi a Petralia (PA), si aggiudica una collaborazione in studio per realizzare un inedito. Insomma un  piccolo sogno per la giovane artista.

img-20190220-wa0003.jpg Nasce così il  primo singolo “Parlano di noi”,  una ballad che racconta una storia d’amore un po’ complicata.  Ecco cosa ci ha raccontato Elena: “nel brano si parla di  due ragazzi che si fanno condizionare dalle parole degli altri e finiscono per lasciarsi,  ma col  passar del tempo capiscono che non possono stare l’uno senza l’altro. L’ispirazione di questo brano è arrivata un po’ per caso perché tutti possiamo identificarci in una storia del genere”.

Elena è appena tornata da Sanremo dove ha avuto l’opportunità di lanciare il suo primo singolo, ottenendo buoni riscontri e soprattutto la soddisfazione di far conoscere la sua voce ad una platea di esperti. Sicuramente una bella esperienza piena di emozioni, divertimento e soddisfazioni.

Certificazioni Fimi; Disco D’oro per Mahmood e Ultimo, platino per Irama.

Eccoci con l’imperdibile appuntamento del lunedì targato FIMI Awards! Da questa settimana i primi frutti di un Sanremo apprezzato dal pubblico e dalle Radio. Il vincitore Mahmood è già  disco D’oro e vicinissimo al primo platino. Da tenere in considerazione una buona tendenza di quasi tutti i brani del festival  che ben si piazzano sia nelle classifica airplay che nelle vendite.

Me vediamo nel dettaglio gli Album e i singolo certificati.

Tra gli Album certificati oggi c’è il platino di Irama con ‘Giovani’, mentre gli ‘Imagine Dragons’ con Origins e i Muse con  Simulation Theory ottengono l’oro.

Tra i Singoli Digitali conquista il platino ‘È Sempre Bello’ di Coez e Thunderclouds di LSD feat. Sia, Diplo & Labrinth. Sono invece certificati oro: Soldi di Mahmood, I Tuoi Particolari di Ultimo,  Stamm Fort di Luche feat. Sfera Ebbasta, L’Altra Dimensione dei Måneskin, Trova Un Modo di Alessandra Amoroso, Salsa di MadMan. E poi: Senza Di Me di Gemitaiz, Venerus & Franco126, Guarda Come Flexo2 di MamboLosco, Electricity di Silk City & Dua Lipa feat. Diplo & Mark Ronson e Let You Love Me di Rita Ora.

Tutte le certificazioni sono su http://www.fimi.it

Effetto Sanremo nelle classifiche Airplay. Mahmood e Achille Lauro primeggiano

Mai come quest’anno  i brani di sanremo irrompono le classifiche in maniera così prepotente. In vetta alle vendite, Ultimo e Mahmood, conquistano in poco tempo il disco D’Oro con i rispettivi singoli.

Iniziamo ad analizzare i primi dati da Earone che riguardano i passaggi radio.

Effetto #Sanremo2019 nella classifica airplay: #Soldi di #Mahmood conquista la prima posizione (+53). In top 20 #RollsRoyce di Achille Lauro (13°, + 49), #ITuoiParticolari di Ultimo (14°, +53) e #CosaTiAspetti da me di Loredana Bertè (15°, +57).

Classifica #airplay tv: vede i vetta
#LuciDAmerica Ligabue
#RollsRoyce #AchilleLauro
#Soldi #Mahmood

Classifica #airplay tv indie: troviamo il secodo classificato Ultimo e Ghemon
#ITuoiParticolari Ultimo
#RoseViola
#Èsemprebello Coez

Ben piazzati anche gli altri brani come la Bertè, Irama e Boomdabash . Possiamo affermare che queso festival è stato ben accolto dalle Radio, sintomo di un buon livello musicale.

Mario D’Alio, da Casa Sanremo a Musicultura 2019. Annunciate le prime date del tour.

Mario D’Alio è un cantautore ragusano di origini calabresi. A marzo del 2018 esce il suo primo EP dal titolo “Buone Nuove”, firma un contratto discografico con Lucky Records e Alpha Records Managament di Catia Giordano.

Reduce anche lui dalla settimana del Festival di Sanremo, ha avuto la possibilità di poter far conoscere la sua musica esibendosi a Casa Samremo, con la presenza di molti addetti ai lavori del mondo della musica. Una vetrina d’eccellenza.

Una strada tutta in salita per Mario che parteciperà alle selezioni di Musicultura 2019, uno dei premi più prestigiosi nell’ambito musicale.

Il suo attuale singolo è “Scaldami“, brano che parte con un assolo di chitarra classica per poi intrecciarsi con suoni elettronici che ben si mischiano con testo e voce di D’Alio, da apprezzare la delicatezza dei suoni. Nella seonda parte del brano sono  protagonisti batteria e chitarra elettrica, assumendo le caratteristiche di un brano un po più  Rock.

Mario partirà il 6 aprile dalla Germania, poi sarà impegnato il 1 maggio a Roma al Nuovo Teatro Orione, a luglio in Grecia e tanto altro ancora.

Date sono in continuo aggiornamento.

Mahmood anticipa l’uscita dell’album. ‘Gioventù Bruciata’ uscirà il 22 febbraio. Annunciate anche le date del’Instore tour

Vittoria e successo inaspettato per il neo vincitore del 69° Festival di Sanremo già in vetta per passaggi radio e vendite con “Soldi”.

Previsto per l’1 marzo, a grande richiesta “Gioventù bruciata”, l’album di debutto di Mahmood, uscirà venerdì 22 febbraio su

Inizialmente previsto per l’1 marzo, a grande richiesta “Gioventù bruciata”, l’album di debutto di Mahmood, uscirà venerdì 22 febbraio su etichetta Island Records.

Ad annunciarlo è lo stesso cantante, vincitore del Festival di Sanremo 2019, su Instagram.

Il disco è la versione fisica dell’EP omonimo già presente sulle piattaforme online, e contenente non solo “Soldi”, il brano da record tormentone del momento, ma anche “Gioventù bruciata”, la canzone con la quale Mahmood vinse Sanremo Giovani lo scorso dicembre.

Nella tracklist del progetto prodotto da Dario “Dardust” Faini e Charlie Charles, trovano spazio i due precedenti singoli del cantante milanese, “Uramaki” e “Milano Good Vibes”, oltre al duetto “Anni 90” con il rapper Fabri Fibra e alle tracce “Asia Occidente” e “Mai figlio unico”.

L’album dovrebbe contenere due nuovi inediti, intitolati “Nilo sul Naviglio” e “Sabbie mobili”, oltre a una versione riarrangiata di “Pesos”, singolo uscito in digitale nel 2017. Per i più attenti Mahmood ha collaborato con diversi artisti, da Fabri Fibra a Mengoni, solo per citarne alcuni.

Anche la versione incisa di “Soldi”, in duetto con Gue Pequeno, portata sul palco del Festival nella serata del venerdì, farebbe parte del progetto.

Un’occasione unica per il cantante del momento, rappresentante italiano al prossimo Eurovision Song Contest, il primo artista nazionale a raggiungere la Top 50 Global di Spotify, a breve “Soldi” sarà certificato disco d’Oro dalla Fimi. I primi frutti non tardano ad arrivare.

Mahmood presenterà il disco in una serie di instore. Ecco le prime date:

22.02 – 18.00 – ROMA – Discoteca Laziale
23.02 – 18.00 – FIRENZE – Galleria del Disco
24.02 – 17.00 – NAPOLI – Feltrinelli Piazza dei Martiri
25.02 – 18.00 – MARCIANISE – Mondadori CC Campania
26.02 – 18.00 – BOLOGNA – Feltrinelli Piazza di Porta Ravegnana
27.02 – 18.00 – TORINO – Feltrinelli Piazza CLN
28.02 – 18.00 – MILANO – Mondadori Duomo

La rivelazione ‘Rock and Roll’ del Festival, Achille Lauro

Prima partecipazione al Festival di Sanremo per Achille Lauro, vera rivelazione del festival, tra gli artisti più attesi, criticati e tormentati di questa edizione.

La sua Rolls Royce è un brano completamente rock and roll, stravolge i suoi fan abituati ad allo stile urban/trap. Originale e contemporaneo, dimostra una certa cultura  e  poliedricità stilistica suscitando l’interesse del grande pubblico.

Nella settimana  del festival ha attirato l’attenzione della sala stampa, di blog e siti web raccogliendo solo consensi. Da ricordare il duetto con Morgan.

Rolls Royce spiazza la platea del festival, fa ballare, la canticchi, la fischi, applausi e consensi crescono di serata in serata. Sarà un brano che ascolteremo anche fra 10 anni e farà la sua storia del Festival.

Achille sembra aver la giusta stoffa artistica per costruire una carriera di tutto rispetto .

Lele Spedicato salta il Tour dei Negramaro. Intanto la band lancia il nuovo singolo “Cosa c’è dall’altra parte”

Il chitarrista dei NegramaroLele Spedicato, non si è ancora ripreso del tutto dopo l’emorragia cerebrale che lo ha colpito lo scorso mese di settembre. Le condizioni sono migliorate ma non da permettersi di poter affrontare un Tour che toccherà L’Italia con la sua band.

Per questo motivo ha annunciato che non sarà in tour con la band ma sarà sostituito dal fratello Giacomo.

Il chitarrista ha spiegato attraverso un video pubblicato su Instagram di avere ancora bisogno di tempo per tornare in perfetta forma e proprio per questo ha deciso di rinunciare al tour nei palasport che prenderà il via il prossimo 14 febbraio da Rimini.

Nel frattempo la band lancia il nuovo singolo dal titolo ” Cosa c’è dall’altra parte”

IMG_20190212_183052_463[1]

NEGRAMARO IN TOUR

Queste le date del tour dei palasport dei Negramaro.

14 febbraio Rimini, RDS Stadium
16 febbraio Mantova, Palabam
20 febbraio Padova, Kioene
21 febbraio Conegliano (Tv), Zoppas Arena
23 febbraio Torino, Pala Alpitour
24 febbraio Bologna, Unipol Arena
27 febbraio Assago (Mi), Mediolanum Forum
2-3 marzo Firenze, Mandela Forum
5-6 marzo Roma, Palalottomatica
8-9 marzo Caserta, Palamaggiò
11 marzo Eboli, Palasele
13-14 marzo Bari, Palaflorio
17 marzo Reggio, Calabria Palacalafiore
19 marzo Acireale, Pal’Art Hotel

Mahmood rappresenterà l’Italia all’ Eurovision 2019

Sarà Mahmood a rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2019. Dopo le dovute riflessioni, il neo vincitore del Festival di Sanremo ha annunciato che a maggio sarà in Israele, a Tel Aviv, per rappresentare l’Italia sul palco della 64° edizione della kermesse musicale europea.

“Ok ve lo posso dire. Rappresenterò l’Italia all’Eurovision con “SOLDI”. Non vedo l’ora”

ha scritto il cantante milanese sui social.

Visualizza l'immagine su Twitter

Mahmood@Mahmood_Music

Ok ve lo posso dire,
Rappresenterò l’Italia all’ @EurovisionRai con “SOLDI”.
Non vedo l’ora.
💵🔥💵

Fino a ieri, Mahmood aveva messo un freno alla sua partecipazione all’Eurovision, spiegando – di comune accordo con lo staff – che “abbiamo visto quanto lavoro comporta e ci vogliamo pensare bene”.
Rappresenterà l’Italia, dopo la coppia Ermal Meta-Fabrizio Moro, con Soldi, brano che sta spopolando in tutte le classifiche, legittimando così il primato di Sanremo.

Mahmood batte il record di ascolti su Spotify, i risultati degli altri artisti in gara

Soldi” ha totalizzato la bellezza di un milione e mezzo di streaming in un giorno solo

Mahmood e la sua “Soldi” hanno battuto il record di ascolti su Spotify. Il vincitore de Festiva di Sanremo ha totalizzato un milione e mezzo di streaming in un giorno solo. Il brano è entrato al numero 40 Top Global di Spotify diventando la canzone italiana con con l’ingresso più alto di sempre in quella classifica. In più “Soldi” è anche al primo posto della chart italiana presente sulla piattaforma.


Le altre? A ribadire che i risultati sui servizi di streaming non sempre corrispondono alle posizioni della classifica ufficiale di Sanremo, al secondo posto su Spotify troviamo Ultimocon tuoi particolari”, mentre al terzo c’è “La ragazza con il cuore di latta” di Irama.

Al quarto posto troviamo Federica Carta e Shade con “Senza farlo apposta”, al quinto “Rolls Royce” di Achille Lauro e al sesto “Per un milione” dei BoomdabashLoredana Bertè e la sua “Cosa ti aspetti da me” si piazza all’ottavo, all’undicesimo c’è “Nonno Hollywood” di Enrico Nigiotti e al quindicesimo Simone Cristicchi e la sua “Abbi cura di me”.
https://open.spotify.com/embed/user/spotifycharts/playlist/37i9dQZEVXbIQnj7RRhdSX

Ultimo non hai perso, sei arrivato 2° al Festival di Sanremo!

‘Bisogna saper perdere, non sempre si può vincere…’

Non si placa la bufera su Sanremo dopo che la giuria di giornalisti ha premiato Mahmood ribaltando il televoto. E Ultimo, come Loredana Bertè, dà anche forfai a Domenica In.

Comportamento al quanto infantile e ineducato, definendo anche Mahmood con un banale e patetico ” sono contento per il ragazzo Mahmood che ha vinto”, sorge spontanea l’esclamazione “Ultimo ma chi credi di essere?”

In gara ci sono stati artisti del calibro di Nek, Renga, Silvestri, Cristicchi, Patty Pravo, Negrita, artisti che vantano anni e anni di gloriosa carriera senza mai aver peccato di arroganza. Pensate un po a’ Il volo’, sono sempre stati massacrati dai giornalisti e nonostante la loro fama mondiale non hanno sicuramente bisogno del lancio sanremese, ma con molta umiltà hanno partecipato e ottenuto un meritato 3° posto senza fare troppe smorfie.

Ultimo non hai perso, sei arrivato 2° al Festival di Sanremo! Keep Calm

Il cantante romano attacca il meccanismo del voto e rivela alcuni lati nascosti del Festival di Sanremo: “Il discorso che faccio è molto semplice, la mia incazzatura è molto semplice – dice Ultimo nel suo video -. Io mi chiedo come sia possibile che il Festival di Sanremo dia l’opportunità di televotare da casa, quindi di spendere dei soldi, la gente vota da casa, spendendo dei soldi… Si riesce ad arrivare a un televoto del 46%, noi siamo riusciti ad arrivare al 46,5% del televoto, un altro artista arriva al 14… ecco, questa differenza, di più del 30%, viene completamente ribaltata dal giudizio di giornalisti, gli stessi che quando annunciano sul palco che Il Volo è arrivato terzo esultano come se stessero allo stadio gridando ‘Mer..! Pezzi di mer..’, gli stessi che mentre parlo io gridano ‘Stronz…! Deficiente! Vai a casa! Imbecille! Cogl…!’“.

Il cantante poi continua chiedendosi se sia normale far votare le persone, facendo spendere dei soldi, se poi questo voto può essere completamente rovesciato: “Com’è possibile? Mi viene da pensare che non è il Festival scelto dal popolo, questo è un Festival scelto dai giornalisti“. Accuse pesanti, che sono tra l’altro molto simili a quanto afferamto dal Codacons oggi, che ha annunciato un esposto all’Autorità competente.

Comportamento patetico, giustificabile solo dalla delusione e dalla rabbia, ma ricordiamoci che Non si sputa nel piatto dove si mangia.