Sanremo 2021: le pagelle dei Big, quarta serata.

Aiello – Ora

D’Anna M.: Stasera mi aspettavo tanto da lui. Ho ascoltato il pezzo in settimana e meritava. Mancava la sua performance e stasera non mi ha deluso. Non precisissimo, ma si è riscattato dall’esordio in cui aveva pagato cara l’emozione.
Voto: 7

Ramero V.: Stasera si percepiva più sicurezza e meno tensione, l’esibizione è stata più “pura”. Continua comunque a non arrivare al punto.
Voto: 6

Sabatino G.: migliora l’interpretazione, sicuramente meno emozionato e tutto sommato il brano non è poi così male. Ci ha messo grinta e voglia di riscatto
Voto:6

Annalisa – Dieci

D’Anna M.: Conferma a mani basse le sensazioni della prima sera. Precisa. Cazzuta. Anche il pezzo stesso spacca. Da podio.
Voto: 9.5

Ramero V.: È bella, è brava, è carismatica. Sa tenere il palco e quando canta incanta. Testo, melodia, esibizione: dieci. Da podio.
Voto: DIECI

Sabatino G.: Annalisa ha cantato divinamente, ha messo cuore e anima. C’è voce, interpretazione e tanto talento, insomma piace a tanti e una vittoria non dispiacerebbe
Voto: 9

Arisa – Potevi fare di più

D’Anna M.: Conferma le vibrazioni che avevo sentito al primo ascolto. La familiarità con la canzone me la fa apprezzare ancora di più.
Voto: 8

Sabatino G.: Arisa ha portato un bel brano, al secondo ascolto mi sconforta un po. Non penso che aprendo spotify lo ascolterò
Voto:6.5

Ramero V.: La mano di Gigi D’Alessio si fa sentire. Dopo qualche ascolto piace di più e porta alla mente ricordi che, sicuramente, chiunque ha. Stasera si percepisce il rancore e il dolore di una storia finita, la voce trasmette tutta l’emozione che nella prima esibizione era venuta un po’ a mancare.
Voto: 7,5

Bugo – E invece sì

D’Anna M.: Più il Festival va avanti più penso che avrebbe fatto più successo con “le brutte intenzioni e la maleducazione”. Oh no, ma parla di lui. Non fa che tornarmi in mente “il mio canto libero” di Battisti. Solo in brutta copia.
Voto: 5

Ramero V.: Ammetto che non l’ho mai ascoltato e, purtroppo, mi vedo costretta a confermare che continuerò a non ascoltarlo. Bocciato.
Voto: 5

Sabatino G.: alle ore 1.36 della notte Bugo torna sul palco in vestaglia da notte Blu. Il testo e la musica mi piacciono. Peccato per la sua vocalità .
Voto:5

Colapesce & Di Martino – Musica Leggerissima

D’Anna M.: Primo ascolto: “non male”. Secondo ascolto: “carina, di nuovo”. Terzo ascolto: “METTI UN PO’ DI MUSICA LEGGERA PERCHE’ HO VOGLIA DI NIENTEEEE, ANZI LEGGERISSIMAAA!
Magari non avranno grandi chance, c’è anche di meglio. Ma mi sono entrati in testa.
Voto: 7.5

Ramero V.: Dopo qualche ascolto la canzone ti entra in testa e ti ritrovi a canticchiarla durante la giornata. Quello che sembrava “Lo zecchino d’oro” stasera si è trasformato in un’esibizione che rallegra. Guadagnano due punti, forse mancati a causa dell’emozione da Prima Volta All’Ariston.
Voto: 7

Sabatino G.: diciamoci la verità. Chi è che non la canticchia? Per me hanno già vinto!
Voto:9

Coma_Cose – Fiamme negli occhi

D’Anna M.: Come la prima volta, l’esibizione è molto dolce. Con i diversi ascolti, penso che alla canzone manchi qualcosa per spiccare il volo.
Voto: 7

Ramero V.: Sono magnetici. Sono affiatati. Sono quasi perfetti insieme. Riascoltarli risulta piacevole, tanto che viene voglia di ascoltarli ancora e ancora.
Voto: 8,5

Sabatino G.: trasmettono un senso di serenità, relax, da ascoltare sotto la doccia. Si piazzeranno in fondo alla classifica, ma va be… si fanno voler bene.
Voto:6.5

Extraliscio feat. Davide Toffolo – Bianca luce nera
D’Anna M.: Leggermente rivalutati. Il pezzo è orecchiabile e ritmato. Di quel cantautorato che resta. Ma sono dei pesci fuor d’acqua nell’acquario sanremese.
Voto: 6

Ramero V.: Temo di avere un problema con questa canzone: mi irrita. È più forte di me, ho abbassato il volume.
Voto: 4

Sabatino G.: gli scanzonati del festival iniziano a prendere quota. Chi doveva dirlo?
Voto:6

Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
D’Anna M.: I feels del primo ascolto confermati. Ermal, per me sei da podio.
Voto: 9.5

Ramero V.: Un vero artista. Niente da aggiungere.
Voto: 9

Sabatino G.: Avrà un bel testo, romantico, poetico ecc… ma questo brano continua a non convincermi. Ciò non vuol dire che non sia un pezzo di un certo spessore, anzi.

Voto:7

Fasma – Parlami

D’Anna M.: In settimana mi ha stuzzicato. Anche se il pezzo è interessante, non ha fatto crescere la mia passione per l’autotune.
Voto: 8

Ramero V.: BRAVO. Canzone emozionante, che trasmette una voglia pazzesca di non mollare e di lottare per l’amore, cosa ormai rara in un mondo abituato a mollare e scappare alla prima difficoltà. L’interpretazione conferma questo desiderio e mi piace.
Voto: 9,5

Sabatino G.: il brano somiglia molto al pezzo dello scorso anno. È un talento che crescerà, si riascolta con piacere.
Voto:7

Fedez – Francesca Michielin – Chiamami per nome

D’Anna M.: Già detto la prima sera. Andrà forte in radio, e ci avevamo azzeccato. Nel giro di pochi ascolti ti entra in testa.
Voto: 7

Ramero V.: Questa canzone mi mette tristezza. Fatico quasi a riascoltarla.
Voto: 4

Sabatino G.:fedez meno emozionato ma è la Michielin a stare sul pezzo.
Voto:6.5

Francesco Renga – Quando trovo te

D’Anna M.: Non mi ha entusiasmato la prima sera e nemmeno stasera, due volte per giunta. Le doti di Francesco sono indubbie, ma il pezzo è il suo punto debole.
Voto: 6.5

Ramero V.: Renga sembra essersi perso. Sembra quasi che sia convinto basti mettere insieme un testo e una melodia per creare una canzone. Non è così, Francè!
Voto: 5

Sabatino G.: Renga torna suo suoi passi e dopo la doppietta ( causa problemi tecnici) si riascolta con piacere e ci da la possibilità di apprezzarla ancora di più. Gran voce.
Voto:7

Fulminacci – Santa Marinella
D’Anna M.: Superato lo scoglio della prima esibizione all’Ariston, stasera Fulminacci torna sul palco con più fiducia. L’interpretazione e la performance ne risentono.
Voto: 7

Ramero V.: Funziona. L’ho già ascoltata un milione di volte e non mi stanca mai.
Voto: 8,3

Sabatino G.: Santa Marinella è una bella ballad, non immediata, ha poco appeal, penso che nelle prossime settimane ci scorderemo di questo pezzo.
Voto:6

Gaia – Cuore amaro
D’Anna M.: Come danza Gaia. Doma il palco come una leonessa. Che personalità. Il pezzo, già detto la prima sera, spacca.
Voto: 8.5

Ramero V.: Ho provato ad ascoltarla un paio di volte ma non sono mai riuscita ad arrivare alla fine. E anche questa seconda performance non mi ha convinta. L’impegno c’è, ma non basta.
Voto: 6

Sabatino G.: mi sa che mi son preso una cotta per Gaia. Con i suoi occhi azzurri e sue movenze ti ipnotizza. Il brano è delicato con un sound accattivante.
Voto:8

Ghemon – Momento perfetto

D’Anna M.: Lui è uno di quelli che ho giudicato troppo in fretta. Riascoltandolo l’ho rivalutato. Il pezzo ha un certo sound trascinante. Anche la performance mi è sembrata migliore rispetto alla prima uscita.
Voto: 7.5

Ramero V.: Più la ascolto e meno mi piace, mannaggia!!!
Voto: 4

Sabatino G.: ho apprezzato ieri sera il duetto con i neri per caso. Il suo pezzo in gara , nonostante i ripetuti ascolti non mi convince
Voto:5

Gio Evan – Arnica
D’Anna M.: Anche lui l’ho rivalutato in settimana. Il testo è bello e impegnativo, la performance migliorata rispetto all’esordio. A mio avviso il pezzo manca un po’ di musicalità, ma tutto sommato Gio Evan stasera mi ha fatto cambiare idea.
Voto: 7

Ramero V.: Confermo il voto della prima serata. Che testo, signori!! Stasera più emozionato, è un personaggio. Sembra folle, ma sa benissimo quello che fa e lo fa bene.
Voto: 8

Sabatino G.: poetica e gradevole.
Voto:7

Irama – La genesi del tuo colore

D’Anna M.: Il pezzo spacca, lo avevamo già detto la prima sera. Già schizzato in cima alle classifiche. Certo, stasera pensavo di vederlo in presenza. E invece, ancora in smart working.
Voto: 7.5

Ramero V.: Purtroppo Irama viene penalizzato dal non potersi esibire, sicuramente in diretta la performance sarebbe più emozionante. Detto ciò la canzone è ballabile e dopo un paio di ascolti ti entra in testa, ma comunque non merita la sufficienza.
Voto: 5,5

Sabatino G.: Il brano di Irama è esplosivo. Sara tra i più passato in radio e un podio non le farebbe male.
Voto:8

La Rappresentante di Lista – Amare
D’Anna M.: Nulla mi toglie dalla mente Cher. Ma mi piacciono. Di certo non i miei favoriti, ma meritano di concludere il festival nella parte alta della classifica.
Voto: 8.5


Ramero V.: Il ritornello è energico, lei è una bomba, ma non riesco proprio ad amarla.
Voto: 7

Sabatino G.: un’eplosione di energia e voce . Il mio pezzo preferito del festival. Li vedo/voglio sul podio.
Voto:9

Lo Stato Sociale – Combat Pop
D’Anna M.: Divertenti e sfacciati. Sono una garanzia, nulla da aggiungere.
Voto: 9

Ramero V.: Mi dispiace, ma l’assenza di Lodo stasera è pesante. Apprezzabile il tentativo di imitare il suo carisma, ma avesse cantato lui sarebbe risultata più credibile!
Voto: 7

Sabatino G.: già mi vedo al concertone del primo maggio a pogare sto pezzo. Quando? Speriamo presto…
Voto:6.5

Madame – Voce

D’Anna M.: Mezzo Off Topic. Ma non è Catniss Everdeen in Hunger Games? Tornando a noi. Il pezzo non è niente male. Ascoltandolo in settimana mi ha dato delle belle vibes.
Voto: 8

Ramero V.: Il talento c’è e si sente: potenza vocale, buona presenza scenica, energia, sentimento ma manca sempre qualcosa.
Voto: 6

Sabatino G.: Il riscatto di Madame. Ottima performance . La tiratina d’orecchie è servita. Qui si punta in alto. Testo struggente( questa volta si capisce) e produzione… ma che te lo dico a fare.
Voto:8

Malika Ayane – Ti Piaci così
D’Anna M.: Confermo le sensazioni del primo ascolto. Bello, cresce bene. Ma niente di più. Parliamoci chiaro, non è il primo su cui schiaccerei play sulla playlist di Spotify di Sanremo 2021.
Voto: 7

Ramero V.: Confidavo molto nella seconda esibizione, speravo che recuperasse ma mi è piaciuta meno della prima. Poco credibile stasera, peccato!
Voto: 5

Sabatino G.: elegantissima e precisa, il pezzo è molto radiofonico. C’e stile. Le.movenze di Malika mi mancavano. Brava,’’ Mi piaci così’’.
Voto:7.5

Maneskin – Zitti e buoni

D’Anna M.: Fuori di testa per loro. Mi mancano gli aggettivi per descriverli. Spregiudicati. Non beccheranno il podio perché non è il loro habitat. Ma sono i miei vincitori morali.
Voto: 9

Ramero V.: Si riconfermano cazzuti. La carica sessuale che emanano li fa amare. Sono sensuali e portano sempre una grande energia. La canzone è potente, radiofonica e ti fa alzare in piedi per ballare! Bravi!
Voto: 9

Sabatino G.: hanno divorato il palco. Performance più ‘’pulita”,trasmettono energia e carica. Il brano continua a crescere. Unico dubbio. Ma che fine ha fatto Marlena?
Voto: 9

Max Gazze’ – Il farmacista

D’Anna M.: Un Lord. Con tanto di bastone e di fiore al “capello”. Un titolo nobiliare meritato. Non discuto il genio di Max, che ritengo uno dei più grandi cantautori del nostro tempo, ma il pezzo continua a non incantarmi.
Voto: 7.5

Ramero V.: Simpatico, allegro, sarcastico. Forse stasera meno energico, ma Gazzè resta sempre Gazzè!
Voto: 8

Sabatino G.: Max è rimasto nella sua confort zone. Il ritornello entra in testa, il brano non dispiace ma non basta.
Voto:6.5

Noemi – Glicine

D’Anna M.: Ascoltata durante la settimana. Ho apprezzato di più il pezzo, ma rimango fermo della mia idea. Le sue precedenti apparizioni al Festival hanno lasciato il segno, ma su questa sono molto titubante.
Voto: 8

Ramero V.: Niente di più, niente di meno rispetto alla prima esibizione. Come sempre Noemi è in grado di fare suo il palco, rapirti e portarti con sé direttamente all’interno della sua canzone.
Voto: 8

Sabatino G.: finalmente troviamo la leonessa di una volta. Noemi punta in alto. C’è testo e melodia. Sarà un bel successo.
Voto:7.5

Orietta Berti – Quando ti sei innamorato


D’Anna M.: Dopo la ripresa nella serata delle cover, Orietta Nazionale continua a scalare la classifica dei Big col suo ricordo del primo amore. Riuscirà a completare la sua scalata?
Voto: 7.5

Ramero V.: Bisogna ammettere che Orietta Berti è un pilastro della musica italiana. Ha una voce pazzesca. La canzone continua a sembrarmi “antica”, che non è necessariamente una nota negativa, ma in questo caso risulta “superata” per la banalità del testo.
Voto: 6,5

Sabatino G.: a questo punto mi sento di dire che… la vedremo sul podio! Grande Oriettona Nazionale
Voto:6.5

Random – Torno a te
D’Anna M.: Il bravo ragazzo non spacca all’esordio e nemmeno stasera. Il testo sarebbe interessante, ma la canzone e l’interpretazione non incidono.
Voto: 5.5

Ramero V.: La melodia mi dava l’impressione che l’avrei apprezzata di più con gli ascolti successivi ed effettivamente mi rendo conto che è orecchiabile e canticchiabile. Questo però, non gli permette comunque di decollare.
Voto: 5,7

Sabatino G.: no, non ci siamo.
Voto:4

Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
D’Anna M.: Le sensazioni del primo ascolto non erano poi così sbagliate. In tre giorni ha catturato la mia attenzione. E la serata delle cover lo ha giustamente premiato. Se non raggiunge il podio, arriverà in alto. Lo spero vivamente.
Voto: 9

Ramero V.: Ormai, al solo nome, ci si alza in piedi. Un po’ per ballare e un po’ per celebrare il suo talento. È un artista a tutti gli effetti. Questa canzone “spacca”, il podio se lo merita.
Voto: 9,5

Sabatino G.: mai dire mai… Willie rischia il podio.
Voto:8

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

Sanremo 2021: la scaletta della quarta serata

Venerdì 5 marzo va in scena la quarta serata del Festival di Sanremo. Tante le sorprese della 71esima edizione, che si conclude il 6 marzo, a cominciare dalle performance di Fiorello, sempre imprevedibile, per proseguire con quelle di Achille Lauro, i cui look sono tra i temi più dibattuti sui social. Anche Zlatan Ibrahimovic e tra i più discussi sui social.

La quarta serata prevede, come sempre, un parterre di ospiti speciale, ma è anche il momento in cui viene proclamato il vincitore delle nuove proposte, mentre i Big tornano a esibirsi con i loro brani, dopo il divertente sipario delle cover del giovedì. Anche questa serata vede esibirsi – come per quella dei duetti – tutti e 26 i cantanti in gara.

Il primo verdetto sta per finalmente per arrivare. La quarta puntata di Sanremo 2021 è quella dedicata ai giovani, con la proclamazione del vincitore delle Nuove Proposte: a decretarlo, venerdì 5 marzo, sarà la somma dei giudizio della Giuria demoscopica, della Sala Stampa e televoto. Quanto alla durata si annuncia monstre, visto che ad esibirsi saranno tutti e 26 i Big in gara e dunque lo show si allungherà fino alle 2 di notte. Sul palco con Amadeus ci saranno due donne speciali: Barbara Palombelli, la conduttrice dei record (con più di 700 ore di diretta l’anno), mentre la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi affiancherà il direttore artistico nella co-conduzione della gara delle Nuove Proposte. Tra ritorni e nuovi arrivi, ecco la pattuglia degli ospiti: oltre alle guest star Achille Lauro (nel quadro di stasera ci sarà Boss Doms e un ospite a sorpresa) e Zlatan Ibrahimović, da segnalare le performance di Mahmood (all’Ariston due anni dopo il trionfo di Soldi) e quelle di Alessandra Amoroso prima con l’attrice Matilde Gioli e poi con Emma Marrone, con cui canterà il singolo Pezzi di cuore.

Per quanto riguarda i Big, si esibiranno tutti i 26 cantanti in gara (l’ordine di esibizione non è ancora stato comunicato):

  • Noemi – Glicine
  • Orietta Berti – Quando ti sei innamorato
  • La Rappresentante di Lista – Amare
  • Lo Stato Sociale – Combat Pop
  • Bugo – E invece sì
  • Gaia – Cuore amaro
  • Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
  • Malika Ayane – Ti piaci così
  • Fulminacci – Santa Marinella
  • Extraliscio feat. Davide Toffolo – Bianca luce nera
  • Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
  • Gio Evan – Arnica
  • Random – Torno a te
  • Arisa – Potevi fare di più
  • Colapesce e DiMartino – Musica leggerissima
  • Aiello – Ora
  • Francesca Michielin e Fedez – Chiamami per nome
  • Max Gazzè e Trifluoperazina Monstery Band – Il farmacista
  • Irama – La genesi del tuo colore (in video)
  • Madame – Voce
  • Maneskin – Zitti e buoni
  • Ghemon – Momento perfetto
  • Coma_Cose – Fiamme negli occhi
  • Annalisa – Dieci
  • Francesco Renga – Quando trovo te
  • Fasma – Parlami

MAHMOOD: SUPER OSPITE SUL PALCO DEL FESTIVAL DI SANREMO

A distanza di due anni dall’edizione che lo ha consacrato vincitore con il brano “Soldi” (certificato quadruplo disco di platino), Mahmood, fra i più importanti esponenti del cantautorato urban pop, sará super ospite al 71° Festival di Sanremo nella serata di venerdì 5 marzo.

Mahmood pubblicherà UN NUOVO ALBUM in primavera, disponibile in preorder da oggi. Solo i primi 500 che ordineranno il preorder del nuovo disco riceveranno un vinile in edizione limitata ed esclusiva dal titolo “RARITIES” in cui sono contenute, in versione inedita, alcune delle più famose hit dell’artista: Dorado (solo version), Barrio (versione originale), Calipso (acoustic), Moonlight Popolare (feat. Massimo Pericolo), Rapide (acoustic), Inuyasha (acoustic).

Il disco è stato anticipato dal singolo Inuyashascritto da Mahmood e Dardust (che ne è anche produttore), una ballad ispirata a un manga giapponese. L’omonimo protagonista del fumetto è un mezzodemone che riesce ad arginare il suo lato oscuro per tutelare i compagni di viaggio, rinunciando volontariamente a diventare un demone completo. Nel brano è la metafora perfetta per descrivere la complessità delle relazioni, fra desiderio di espressione e necessità di non riversare sugli altri la propria parte peggiore rinchiudendola “dentro una crisalide”.

Il testo è ricco di richiami simbolici e di influenze con rimandi a una cultura molto vicina e amata da Mahmood, da cui trae ispirazione per tornare – a distanza di quasi un anno dal suo ultimo singolo “Dorado” (doppio platino) – trasportandoci con un tocco molto personale dentro un nuovo universo di esplorazioni artistiche.

Il video nasce da una visione creativa di Mahmood che ha immaginato la storia, curandone lo sviluppo dalla realizzazione del moodboard, alla sceneggiatura e alla fotografia, seguendo ogni aspetto insieme al regista che ha voluto al suo fianco, Simone Rovellini per Hive Division e K+.

Preziosissima la collaborazione con lo stilista italiano Riccardo Tisci, considerato uno dei migliori designer al mondo, già collaboratore di Madonna, Kanye West e Kim Kardashian, punto di riferimento per Beyoncé e Cate Blanchett, ora direttore creativo di Burberry.

Tisci, amando l’idea e le suggestioni dell’artista, ha concepito per lui una creazione ad hoc, interpretando perfettamente i riferimenti culturali del cantante. Mahmood incarna così un moderno Inuyasha, immerso in un’atmosfera magica e sospesa, che vaga fra ghiacciai inospitali e foreste innevate, senza una meta definita. Incontrerà la Sfera dei Quattro Spiriti, potente simbolo, e strumento per elevarsi o distruggersi a seconda dell’uso e delle mani che la intercettano.

Autore e cantante stimato nella scena italiana e internazionale, con un tratto unico che lo distingue nel panorama contemporaneo, dopo gli ottimi risultati raggiunti con “Gioventù Bruciata”, il successo planetario di “Soldi”, Mahmood ha dominato le Top 10 anche nel 2020 con “Rapide” e “Dorado”, collezionando un totale di 14 dischi di platino, 5 dischi d’oro e oltre 400 milioni di streaming

Sanremo 2021, la classifica: Ermal Meta ancora primo, davanti ad Annalisa e Willie PEYOTE

Ermal Meta domina la classifica dell’orchestra e quella generale, al termine della terza serata di Sanremo 2021, dedicata alle cover di brani storici. Risale rapidamente Orietta Berti

La classifica della terza serata di Sanremo 2021 è stata decretata dall’orchestra. Come spiegato da Amadeus, il giudizio è stato espresso ancor prima delle esibizioni live.

ECCO LA CLASSIFICA DELLA TERZA SERATA:

1.    Ermal Meta – Caruso

2.    Orietta Berti – Io che amo solo te

3.    Extraliscio e Davide Toffolo – Medley Rosamunda

4.    Willie Peyote – Giudizi Universali

5.    Arisa – Quando

6.    Maneskin – Amandoti

7.    Annalisa – La musica è finita

8.    Max Gazzé – Del mondo

9.    La rappresentante di lista – Splendido splendente

10.  Ghemon – L’essere infinito (L.E.I.)

11.  Lo Stato Sociale – Non è per sempre

12.  Gaia – Mi sono innamorato di te

13.  Irama – Cyrano

14.  Colapesce e Dimartino – Povera patria

15.  Fulminacci – Penso positivo

16.  Malika Ayane – Insieme a te non ci sto più

17.  Noemi – Prima di andare via

18.  Madame – Prisencolinensinainciusol

19.  Francesco Renga – Una ragione di più

20.  Fasma – La fine

21.  Francesca Michielin e Fedez – E allora felicità

22.  Aiello – Gianna

23.  Bugo – Un’avventura

24.  Gio Evan – Gli anni

25.  Random – Ragazzo fortunato

26.  Coma Cose – Il mio canto libero

Ecco la top 10 generale:

1.    Ermal Meta

2.    Annalisa

3.    Willie Peyote

4.    Arisa

5.    Irama

6.    Lo Stato Sociale

7.    Malika Ayane

8.    Extraliscio e Davide Toffolo

9.    Orietta Berti

10.  Maneskin

Nuova lettera da Achille Lauro

Cinque generi musicali raccontati attraverso cinque canzoni e cinque performance.
Ho raccontato il glam rock, non vestendo i panni di un personaggio, ma incarnandone l’essenza.Sono stato il rock and roll per rivivere la leggerezza e la sensualità degli anni ‘50.
Il mio sarà un viaggio nei generi musicali, i quadri ne saranno i contenitori.Generi che hanno definito e influenzato non solo la mia sensibilità di artista ma anche la percezione che la gente aveva di sé e del mondo. Ogni genere rappresenta un’epoca, un modo di vivere e di pensare: un momento di rottura e di cambiamento. La musica ancora oggi ne è il motore.
Ha cambiato il modo di pensare, di vestire, di ballare, di interpretare la realtà e di esprimersi.Ha legittimato la ribellione, la libertà e ha aperto le porte all’individualità.
Le mie benedizioni sono in realtà un invito a vivere la vita con il senso che ognuno desidera. Realizzare i propri sogni, nella totale libertà. 
Questa notte sarò il genere più incompreso della Storia, il pop.
Questo è un viaggio che SARÀ davvero CHIARO solo alla fine.Davanti a Dio siamo tutti uguali.

Lauro

Sanremo 2021, programma della terza serata: scaletta cantanti

La scaletta ufficiale della terza serata

Questa la scaletta ufficiale della terza serata del Festival con i cantanti in ordine alfabetico (l’ordine di uscita ufficiale con anche gli ospiti sarà disponibile soltanto poche ore prima della diretta).

Aiello – “Gianna” (Rino Gaetano) con Vegas Jones

Annalisa – “La musica è finita” (Ornella Vanoni) 

Arisa – “Quando” (Pino Daniele) con Michele Bravi

Bugo – “Un’avventura” (Lucio Battisti) con i Pinguini Tattici Nucleari

Colapesce e Dimartino – “Povera patria” (Franco Battiato)

Coma_Cose – “Il mio canto libero” (Lucio Battisti) con Alberto Radius e Mamakass

Ermal Meta – “Caruso” (Lucio Dalla) con Napoli Mandolin Orchestra

Extraliscio feat. Davide Toffolo – Medley “Rosamunda” (Gabriella Ferri) con Peter Pichler

Fasma – “La fine” (Nesli) con Nesli

Francesco Renga – “Una ragione di più” (Ornella Vanoni) con Casadilego

Fulminacci – “Penso positivo” (Jovanotti) con Valerio Lundini e Roy Paci

Gaia – “Mi sono innamorato di te” (Luigi Tenco) con Lous And The Yakuza

Ghemon – Medley “Le ragazze”, “Donne”, “Acqua e sapone”, “La canzone del sole” con i Neri Per Caso

Gio Evan – “Gli anni” (883) con i cantanti di The Voice Senior

Irama – “Cyrano” (Francesco Guccini)

La Rappresentante di Lista – “Splendido splendente” (Donatella Rettore) con Donatella Rettore

Lo Stato Sociale – “Non è per sempre” (Afterhours) con Sergio Rubini e i lavoratori dello spettacolo

Madame – “Prisencolinensinainciusol” (Adriano Celentano)

Malika – “Insieme a te non ci sto più” (Caterina Caselli)

Maneskin – “Amandoti” (Cccp Di Giovanni Lindo Ferretti) con Manuel Agnelli

Max Gazzè e Trifluoperazina Monstery Band – “Del mondo” (Csi Di Giovanni Lindo Ferretti) con Daniele Silvestri e The Magical Mistery Band

Francesca Michielin e Fedez – Medley (Calcutta – “Del verde”, Daniele Silvestri – “Le Cose Che Abbiamo In Comune”)

Noemi – “Prima di andare via” (Neffa) con Neffa

Orietta Berti – “Io che amo solo te” (Sergio Endrigo) con Le Deva

Random – “Ragazzo fortunato” (Jovanotti) con i The Kolors

Willie Peyote – “Giudizi universali” (Samuele Bersani) con Samuele Bersani

Sanremo 2021: le pagelle della seconda serata dei Big secondo Effetto Music

EffettoSanremo #Sanremo71

Orietta Berti – Quando ti sei innamorato

D’Anna M.: Onestamente, non sapevo cosa aspettarmi da lei. Certo la base e il testo sono sembrati un po’ dissonanti, nel senso che il brano mette insieme un arrangiamento abbastanza moderno e un testo (molto da ballad) e un’interpretazione retrò. Orietta Nazionale però è composta, sobria e di certo non sfigura.
Voto: 6

Sabatino G.: Orietta è fuori dai giochi, simpatia allo stato puro. Pezzo old school ma ha padronanza e voce. Non sarà un successo radiofonico ma la sua presenza è già un successo.
Voto: ”cento cento cento”

Ramero V.: Dovrebbe essere una canzone romantica ma il testo è banale. Brano molto sanremese, ma più da ventesima edizione…
Voto: 6,3

La Rappresentante di Lista – Amare

D’Anna M.: Vocalmente perfetta, mi ha molto ricordato Cher in Believe. Una partenza con solo piano per poi crescere sempre di più. L’arrangiamento è variegato ed interessante, con sonorità pop dance niente male. D’altronde, c’è la mano di Dardust nella produzione. Niente da dire sulla performance, anche se litiga un po’ col vestito.
Voto: 7+

Sabatino G.: Che goduria! Bravi bravi bravi! Anche loro saranno la rivelazione di questo Festival. Tutto è al posto giusto, melodia , testo, produzione eccezionale e un ritornello che entra piacevolmente in testa. La voce di Veronica è impeccabile! Il mio brano preferito.
Voto:9

Ramero V.: La voce di Veronica è pazzesca, come sempre. La canzone non rende giustizia al talento, ma nel complesso ci piace!
Voto: 7,3

Lo Stato Sociale – Combat Pop

D’Anna M.: Non si sono smentiti ed anche quest’anno hanno regalato una bella performance. Lodo cede la leadership e decide di inscatolarsi. Il pezzo è accattivante. Musica twist e sound freschissimo. Promossi a pieni voti.
Voto: 8

Sabatino G.: scanzonati più che mai, tornano al festival spiazzando per la seconda volta. Difficile superare la vecchia che balla. Anche loro geniali! Voto 10 a Lodo che da spazio al resto del collettivo.
Voto:7.5

Ramero V.: Energia, grinta, spensieratezza… lo stile de Lo Stato Sociale si fa sentire! Sul palco sono sempre “confusi” ma hanno le idee chiare su tutto. Testo diretto e melodia ballabile. L’assenza di Lodo si fa sentire, ma comunque bravi!
Voto: 8

Bugo – E invece sì

D’Anna M.: Torna all’Ariston questa volta con “buone intenzioni”. Il brano non mi ha particolarmente impressionato. Sonorità abbastanza standard e la vocalità di Bugo non regala grandi emozioni. Ad un certo punto mi è ritornata in mente “Il mio canto libero” di Battisti. Solo che però Lucio è unico. Nota positiva: è rimasto sul palco per tutta la canzone.
Voto: 5

Sabatino G.: finalmente abbiamo trovato Bugo. Melodico e piacevole, voce discutibile. Il pezzo non dispiace, da cantare in spiaggia con la chitarra. Tra tutte le citazione mi aspettavo …Morgan.
Voto:6 politico

Ramero V.: Dopo l’edizione scorsa c’era bisogno di un ritorno scoppiettante e c’è stato. Bugo si mostra carico di energia e con una gran voglia di riscatto, ma la canzone non regge.
Voto: 5,5


Gaia – Cuore amaro

D’Anna M.: Attenzione, attenzione: qui c’è una hit. Ritmo, garra, voce. Gaia danza dolcemente su un reggeaton orientaleggiante. Magari è un po’ lineare, ma il pezzo è fresco e stuzzicante. EarOne preparati ad accogliere questo pezzo sul podio dei più ascoltati.
Voto: 7.5

Sabatino G.: Il brano più internazionale del festival, Gaia è pronta per l’Eurovision.
Notevole la presenza scenica, padrona il palco e canta divinamente. Bella e sensuale Gaia è una delle nuove promesse della musica italiana. Orecchiabile la melodia, impreziosita da una produzione essenziale. L’unica critica, avrei preferito un ritornello con maggiore appeal, crescerà nei prossimi ascolti.
Voto: 7.5

Ramero V.: Buon ritmo, ma niente di particolare. Orecchiabile e radiofonica, ti entra in testa mentre la ascolti ma non ci resta.
Voto:6,5

Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)

D’Anna M.: Esordio all’Ariston? Assurdo. Il testo è maledettamente attuale, pieno di metafore e espressioni dirette. L’esibizione è tanta roba, il pezzo fresco. E poi che diamine, un rap senza autotune! Willie, per me hai spaccato.
Voto: 7.5

Sabatino G.: Borisssss. Energia e rap puro senza autotune, molto radiofonico. Ottima padronanza scenica. Pezzo azzeccato per un debutto a Sanremo e per una definitiva consacrazione. Inaspettato e attuale.
Voto: 7.5

Ramero V.: Testo tagliente, coraggioso. Il nostro Guglielmo ha portato tutto il suo coraggio e la sua grinta in questo Sanremo. La prima canzone che fa venire voglia di ballare, ma che allo stesso tempo fa riflettere. Ho voglia di ascoltarla di nuovo, impararla a memoria, ballarla e cantarla. Eccellente.
Voto: 9,5


Malika Ayane – Ti Piaci così

D’Anna M.: Malika sale sul palco con grande esuberanza, esperienza ed eleganza. Non sgarra una virgola ed è perfetta nell’esibizione. Il brano è interessante, vocalmente cresce bene, anche se l’arrangiamento non subisce grandi variazioni. Tranquilla Malika, ci “piaci così”.
Voto: 7

Sabatino G.: Dov’è stata fino ad ora? Malika torna al festival con un Brano ritmato, fresco, spensierato ed elgante che esplode sul ritornello. Molto Radiofonico. Non sarà da podio ma ci piace un sacco.
Voto:7.5

Ramero V.: La voce è inconfondibile, la melodia è orecchiabile ma non ci trovo niente di speciale. Il primo ascolto è sempre critico, speriamo recuperi con i prossimi.
Voto: 6

Fulminacci – Santa Marinella

D’Anna M.: Lo ammetto, ho imparato a conoscerlo in questi ultimi mesi. Ma mi aspettavo qualcosa di diverso. Più ritmato, più irriverente. Il testo è interessante ma gli manca quel quid in più per conquistarmi. Non molto preciso nell’esibizione, ma non me la sento di bocciarlo.
Voto: 6-

Sabatino G.: brano da cantautore impegnato. Bello il testo, modesta l’interpretazione. Semplice e incisivo.
Voto:6.5

Ramero V.: Fresco ma allo stesso tempo malinconico. Energico ma allo stesso tempo pacato. Palla al centro per Fulminacci.
Voto: 8

Extraliscio feat. Davide Toffolo – Bianca luce nera

D’Anna M.: Cantautorato eccentrico, ed esibizione “ordinaria”. Il pezzo ha ritmo ma a mio avviso non lascia il segno. Non mi sono dispiaciuti, ma nemmeno mi hanno colpito.
Voto: 5.5

Sabatino G.: gli scanzonati del festival. Bianchi come la neve… e basta. Il brano è simpatico ma niente di più …
Voto:5

Ramero V.: “Dimmi che c’è un treno che parte; Noi che ci sediamo vicino”: questa frase è l’unica cosa bella di tutto ciò. Il resto del testo e la canzone in sé non mi piacciono. Non è il genere di canzone che avrei fatto partecipare al Festival, in realtà non è il genere di canzone che ascolterei.
Voto: 5,4

Ermal Meta – Un milione di cose da dirti

D’Anna M.: Una ballad molto dolce. Le sonorità essenziali lasciano spazio alla voce di Ermal, che col suo testo ti accarezza dentro. Sarà il ritorno di Ermal ai tempi di Piccola Anima e Ragazza Paradiso? Per ora si becca la mia assoluta approvazione. Avvolgente.
Voto: 8

Sabatino G.: da Ermal mi aspettavo un ”up step ” ma questa volta si propone con un pezzo classico alla Meta. Bello il testo, poco coinvolgente tutto il resto. Mi aspettavo una musicalità e una produzione più ricercata. Comunque Ermal c’è
Voto: 7

Ramero V.: Bravo. Bravo. Bravo. La profondità della sua voce, il timbro, il testo, la melodia… ha tutte le carte in regola per salire sul podio, di nuovo.
Voto: 9

Gio Evan – Arnica

D’Anna M.: Con un completo alla LMFAO un po’ antisonante, Gio Evan calca per la prima volta l’Ariston. Il testo è impegnativo, la performance angosciosamente teatrale. Vocalmente lascia a desiderare. Non mi è piaciuto.
Voto: 5.5

Sabatino G.: un nuovo volto per la musica italiana. Pezzo poetico e interpretato in maniera eccellente. Al primo ascolto rapisce e ti vien voglia di ascoltarlo parola dopo parola.
Voto:8

Ramero V.: È poeta, è cantautore e si nota. Le sue parole arrivano sempre al cuore. Con le sue canzoni, con le sue poesie riesce sempre ad emozionare e anche in questo caso non si smentisce. A me, francamente, anche le sue canzoni piace più leggerle che ascoltarle.
Voto: 8

Irama – La genesi del tuo colore

D’Anna M.: Elettronico e frizzante. Le sonorità però sono quelle estive, un misto tra Nera e Arrogante. L’Irama de “La ragazza dal cuore di latta” è ben lontano da questo pezzo commerciale, che ci ritroveremo sicuramente in radio.
Voto: 6.5

Sabatino G.: Brano esplosivo arricchito da una produzione moderna e all’avanguardia. Irama esplora un nuovo mondo. Dal sound internazionale il pezzo è adatto per le radio e per l’eurovision. Sperimetale e azzardato.
Voto: 8

Ramero V.: Premesso che è stato penalizzato della “non esibizione” in diretta, la canzone non è comunque delle migliori. Manca qualcosa. Speriamo in una vera esibizione e in un recupero nei prossimi ascolti.
Voto: 5

Random – Torno a te

D’Anna M.: Il pezzo è un po’ monotono e vocalmente non entusiasmante. Un pop blando che ricorda un po’ le ballad di Ultimo, ma non sortisce lo stesso effetto. Incolore.
Voto: 5.5

Sabatino G.: il bravo ragazzo propone una ballad poco entusiasmante. Poche le note azzeccate, il brano non esplode e Random fatica a portare a termine il suo compito.
Voto:4

Ramero V.: La sufficienza non se la merita al primo ascolto. Purtroppo ci sono stati errori che non mi aspettavo. Il testo prometteva bene, ma l’esibizione non gli ha dato la giusta carica per decollare.
Voto: 5,7

Sanremo 2021: seconda serata le pagelle delle nuove proposte

Greta Zuccoli – Ogni cosa sa di te

Greta ha sicuramente delle doti vocali notevoli e il brano le mette in risalto. Ma è il brano in sé a non convincere. È dolce ma lineare, carezzevole ma ripetitiva. Non molto entusiasmante
Voto: 6

Wrongonyou – Lezioni di volo
Eh si. Questo pezzo fa davvero volare. L’arrangiamento è moderno, vocalità interessante, cresce bene. Questo pezzo ha le carte in regola per diventare una hit. Ed è una delle nostre favorite per la vittoria finale. Bello, bello, bello.
Voto: 8

Davide Shorty – Regina
Se dovessimo fare un paragone pop, ricorda molto un po’ gli arrangiamenti di Justin Timberlake e Bruno Mars nelle loro fasi soul. Un pezzo ritmato, trascinante e che ti fa battere il piede. Shorty mostra anche una certa poliedricità mescolando rap e cantato in maniera molto efficace. Questo brano è da finale.
Voto: 7.5

Dellai – Io sono Luca
Niente male questo pezzo. Il ritmo trascina, buon canto. Se Luca sta bene con gli amici, anche noi siamo soddisfatti. Sicuramente in lizza per essere uno dei quattro finalisti.
Voto: 7

Sanremo 2021: Irama resta in gara, ma con il video delle prove

Due persone dello staff dell’artista sono positive al Covid-19, quindi il cantante deve mettersi in quarantena. Amadeus però cambia il regolamento. Sanremo, 3 marzo 2021 – Irama resta in gara a Sanremo 2021. Una modifica al regolamento proposta dal direttore artistico Amadeus e un ok dalle case discografiche e degli altri ‘big’ permetterà dunque al cantante toscano di poter partecipare al festival numero 71 della canzone italiana. Anche se ‘da remoto’.

L’artista, all’anagrafe Filippo Maria Fanti, avrebbe dovuto esibirsi durante la prima serata, quella di martedì 2 marzo con la canzone dai ritmi esitvi ‘La genesi del tuo colore‘, ma la positività al Covid di un membro del suo staff sottoposto al test rapido lo ha costretto al forfait. Al suo posto sul palco è salita Noemi con ‘Glicine’.

Irama è stato ‘sospeso’, nonostante stia bene. Oggi però il tampone molecolare ha confermato la positività del collaboratore e di un’altra persona dell’enturage del cantante. A questo punto, da regolamento, Irama dovrebbe ritirarsi in quando per lui scatta la quarantena visto il contatto stretto con i collaboratori.

Sanremo 2021: Irama (Ansa)
Sanremo 2021: Irama (Ansa)

La scaletta della seconda serata di Sanremo 2021, cantanti e ospiti

Scaletta Seconda Serata Sanremo 2021 – Mercoledì 3 marzo va in onda su Rai Uno la seconda serata del Festival della Canzone Italiana. Alla conduzione Amadeus insieme a Fiorello, Elodie co-conduttrice della serata. Ospite fisso Achille Lauro.

La diretta della seconda serata di Sanremo è prevista per ore 20:40 su Rai Uno e in diretta streaming su Rai Play. Il Festival finirà intorno all’1:45 di notte.

Gli ospiti musicali saranno Laura Pausini neo-premiata ai Golden Globes 2021 per il brano “Io sì (Seen)” che porterà sul palco di Sanremo. Il Volo che omaggerà il Maestro Ennio Morricone insieme al figlio Andrea Morricone che dirigerà l’Orchestra del Festival. Sul palco anche Gigliola Cinquetti con “Non ho l’età” e “Dio come ti amo”, Marcella Bella con “Senza un briciolo di testa” e “Montagne verdi” e Fausto Leali con le immortali “Mi manchi” e “Io amo”. All’Ariston anche lo sportivo Alex Schwazer.

Ecco l’ordine esatto di uscita

Orietta Berti
La Rappresentante di Lista
Lo Stato Sociale
Bugo 
Gaia 
Willie Peyote 
Malika Ayane
Fulminacci 
Extraliscio feat. Davide Toffolo 
Ermal Meta
Gio Evan 
Irama – ancora in dubbio
Random 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: