Sanremo 2019: Baglioni, Bisio, Incontrada e Raffaele vicini alla conduzione

Il blog davidemaggio.it svela in anteprima alcune news sulla conduzione del Festival di Sanremo 2019 .

Potrebbero salire sul palco dell’Ariston ben due donne  ed un volto maschile. In queste ore si infittiscono i rumors sui presentatori della prossima kermesse: alcuni danno Gianni Morandi e Vanessa Incontrada in trattative con gli organizzatori della rassegna canora, altri ipotizzano i nomi di Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Secondo DavideMaggio.it risulterebbe che Baglioni stia pensando ad una conduzione inedita, che vedrà lui stesso sul palco accanto a Vanessa Incontrada, Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

Per Vanessa Incontrada sarebbe la prima volta sul palco dell’Ariston, il suo nome è stato preso in considerazione per i festival di Carlo Conti ma non è mai riuscita a calcare il palco più anbito d’Italia. L’attrice, in realtà  aveva condotto un’edizione di Sanremo Giovani nel 2001 ma non aveva mai partecipato al Festival vero e proprio. Si tratterebbe di un vero e proprio debutto. Artista a 360° attrice, conduttrice e ottima spalla comica, sarà sicuramente in grado di portare a casa il Festival.

Virginia Raffaele è ormai una habitué nella Città dei Fiori. Debuttò all’Ariston nel 2015 con un’imitzione di Ornella Vanoni, e nel 2016 condusse la kermesse accanto a Carlo Conti, Gabriel Garko e Madalina Ghenea. Nei due anni successivi, Virginia è tornata come ospite. Ora, per lei, si prospetta un ritorno da protagonista.

Per quanto riguarda la quota maschile trapela il nome di Claudio Bisio, la cui ultima apparizione sanremese risale al 2013, quando l’attore prese parte alla kermesse condotta da Fabio Fazio.

Se la ‘situetion’ per la conduzione sarebbe la suddetta,  possiamo dire che ci sono gli ingredienti giusti per un bel FESTIVAL.

#Staytuned

 

I Coldplay diventano Los Unidades, ecco E-LO con Pharrell Williams

L’ep “Global Citizen EP 1”, in uscita il 30 novembre, vede la partecipazione di numerosi artisti tra cui David Guetta e Stormzy

Ecco finalmente svelato il mistero del giorno. L’etichetta discografica Parlophone, questa mattina, aveva pubblicato un post in cui annunciava un nuovo gruppo, i “Los Unidades”. Subito i più attenti avevano sospettato che dietro a questa band ci fossero in realtà i Coldplay, grazie ad alcuni indizi che erano trapelati.

Adesso si ha la conferma ufficiale. Esce oggi “E-LO”, brano realizzato in collaborazione con Pharrell Willams e Jozzy e accompagnato da un lyric video ispirato a Nelson Mandela per ricordare il centenario della nascita del leader sudafricano. Il singolo anticipa “Global Citizen EP 1”, album composto da 4 canzoni interpretate da diversi artisti tra cui i già citati Coldplay e Pharrell oltre a David Guetta, Wizkid e Stormzy.

I Coldplay diventano Los Unidades, ecco E-LO con Pharrell Williams

I ricavi dalla vendita dell’ep andranno a favore di un’organizzazione contro la povertà e a favore dello sviluppo Sostenibile delle Nazioni, della parità dei sessi, della formazione scolastica e della disponibilità dell’acqua. Il progetto, capeggiato da Chris Martin dei Coldplay, comprende anche un festival, il “Global Citizen Festival: Mandela 100”, che si terrà il 2 dicembre a Johannesburg in onore dell’ex presidente sudafricano. Sul palco saliranno alcuni tra i più importanti artisti internazionali tra cui Beyoncé, Jay-Z, Ed Sheeran, Eddie Vedder, Pharrell Williams, Usher e lo stesso Chris Martin.

Sanremo Giovani, i 24 artisti che accedono alla fase finale su Rai 1

SANREMO GIOVANI 2019 – Il direttore artistico di Sanremo 2019 Claudio Baglioni ha annunciato i 24 giovani cantanti che prenderanno parte alla finale di Sanremo giovani 2019 in programma il 20 e 21 dicembre in prima serata su Rai 1.

I 24 finalisti

  • Cannella – Nei miei ricordi
  • Diego Conti – 3 gradi
  • Laura Ciriaco – L’inizio
  • Cordio – La nostra vita
  • Einar Ortiz – Centomila volte
  • Fosco17 – Dicembre
  • La Rua – Alla mia età si vola
  • La Zero – Nina è brava
  • Le Ore – La mia felpa è come me
  • Mahmood – Gioventù bruciata
  • Marte Marasco – Nella mia testa
  • Wepro – Stop/Replay
  • Nyvinne: Io ti penso
  • Symo: Paura di amare
  • Giulia Mutti: Almeno tre
  • Andrea Biagioni: Alba piena
  • Ros: Incendio
  • Federica Abbate: Finalmente
  • Francesca Miola: Amarsi non serve (area Sanremo)
  • Roberto Saita: Niwrad (area Sanremo)
  • Fedrix&Flow: L’impresa (area Sanremo)
  • Sisma: Slow motion (area Sanremo)
  • Deschema: Cristallo (area Sanremo)
  • Mescalina: Chiamami amore adesso(area Sanremo)

Certificazioni Fimi, settimana 47. Måneskin e Salmo super protagonisti.

Certificazioni Fimi, settimana 47

Ottimo riscontro commerciale per Måneskin e Salmo, continuano a dominare le classifiche, i Måneskin sono piazzati tra i primi posti, da più di un mese, dominando classifiche Album, Singoli e AirPlya radio. Salmo a sole due settimane dall’uscita di Playlist raggiunge il platino per il disco e porta a casa le prime soddisfazioni per i singoli, frutto del nuovo lavoro. Insomma i due mondi musicali incuriosiscono e non deludono.

Vediamo nel dettaglio…

Tra gli Album vengono certificati PLATINO : Il Ballo Della Vita dei Måneskin, Playlist di Salmo, Suicidol di Nitro e  Essere Qui di Emma Marrone.

ORO per Potere di Luchè.

Tra i Singoli Digitali conquistano la certificazione 2 platino Torna A Casa dei Måneskin e Flames di David Guetta & Sia, mentre Cascare Nei Tuoi Occhi di Ultimo è platino. Infine, raggiungono l’oro: Il Cielo Nella Stanza di Salmo feat. Nastasia Griffin, Cabriolet di Salmo feat. Sfera Ebbasta,  Vabbene di Capo Plaza, Natural degli Imagine Dragons e I Love It di Kanye West & Lil Pump.

Tutte le certificazioni sono su http://www.fimi.it

 

Michele Bravi coinvolto in un incidente annulla il tour.

Michele Bravi, coinvolto giovedì sera in un incidente in cui ha perso la vita una motociclista, ha deciso di annullare il tour che doveva partire da Milano perché profondamente addolorato per l’accaduto. A quanto ai è appreso, il cantante giovedì sera era alla guida di un auto noleggiata con un servizio di car sharing nelal zona di San Siro quando si è scontrato, in circostanze ancora da chiarire, con una moto di grossa cilindrata guidata da una donna di 60 anni che è deceduta dopo il trasporto in ospedale.

«Giovedì sera – ha comunicato lo staff del cantante sui profili social – Michele è rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui purtroppo la conducente dell’altro veicolo interessato, non è sopravvissuta. Confidiamo nel lavoro della Magistratura nella determinazione delle responsabilità del sinistro. Quanto accaduto ha certamente ed intimamente sconvolto le vite di tutti coloro che erano legati alla persona che non c’è più e a Michele. In questo momento nel rispetto del dolore di tutti, gli impegni professionali presi in precedenza saranno annullati. Nello specifico: i due live di domenica 25 novembre presso il Teatro Principe di Milano sono annullati e il live di mercoledì 28/11 a Roma presso la location Largo Venue è annulato. Vorremmo specificare che l’intervista di Verissimo che andrà in onda oggi pomeriggio è il risultato di un intervento registrato il giorno precedente all’incidente», sottolinea ancora lo staff che conclude: «Vi preghiamo di rispettare il silenzio di Michele in modo che chi di dovere possa fare il proprio lavoro senza interferenze».

Anastasio, candidato alla vittoria di X Factor, l’inedito “La fine del Mondo” colpisce tutti. Convincono i Bowland e Martina.

Dovremmo essere neutrali ma ci sbilaciamo!

Per ‘EffettoMusic’ Anstasio è il candidato alla vittoria di X Factor 12.

Inedito azzeccato, performance impeccabile e un percorso che ci fa conoscere l’artista a 360°.

Anastasio sembra aver tutte le carte in regola per candidarsi alla vittoria di X Factor!

Ieri sera abbiamo ascoltato gli inediti tra i pezzi più azzeccati, oltre Anastasio, valutiamo positivame te l’inedito di Leo Gasman, poco maturo per un debutto discografico, ma ha tutte le carte in regola è ancora giovana e dimostra di avere stoffa.

Ottimo anche l’inedito dell’unica band rimasta in gara dei Bowland e la trasmissione cambia colore e tono. Loro emettono vibrazioni, sono fascino e suono, e la canzone è la più “canzone” che loro possono arrivare a proporre. Il resto è colore, meraviglia, ritmo, battito del cuore. Sono senza dubbio i migliori, certamente tra i pochi che sfuggono alla regole del pop mainstream senza però perdere popolarità e comunicativa.

La cherofobia di Martina  colpisce ancora e convinve il pubblico.

 

Il nostro podio è tra Anastasio, Bowland e Martina Attili.

Totonomi Sanremo 2019. Ecco i probabili Big in gara

Il presupposto é quello di aspettarci qualche colpaccio o artisti poco Pop e poco commerciali, artisticamente validi, come successe lo scorso anno, ma facciamo lo stesso i nostri pronostici.

Partiamo da chi non ci sarà.

Non ci sarà Malika Ayane, impegnata al tour, stessa cosa per i Subsonica, Nina Zilli, Annalisa, Francesco Gabbani, Coez, Ghali, Francesca Michielin, Irama, Ermal Meta e Fabrizio Moro, BabyK e NON ci sarà neanche Alessandra Amoroso scrivetelo bene in mente, forse da ospite, ma non in gara.

Giusy Ferreri sembrerebbe saltare la kermesse, affermando durante l’ospitatata a ‘Che tempo che fa’ con Takagi e Ketra, di non avere un progetto pronto da portare, il successo di Giusy non trova consacrazione a sanremo bensì sui palchi di tutta italia e in radio, non avrebbe bisogno del rilancio Sanremese.

  • In gara tra i big potrebbero tornare Arisa, Irene Grandi, Bianca Atzei, Dolcenera, Chiara Galiazzo, Deborah Iurato, Paola Turci, Elodie, reduce dal successo estivo con Michele Bravi, anche lui in lizza per il festival, Marco Masini, Nesli, Francesco Renga, Lorenzo fragola, Alessio Bernabei, Nek, i Modà, reduci dalla rottura con Baraonda, l’etichetta di Surace presidente di Rtl102.5, ci piacerebbe rivedere Daniele Silvestri, Fabi, Marina Rei, Syria, Negrita, Rafhael Gualazzi o Tiromancino. In corsa c’è Simone Cristicchi che lo scorso anno, nella serata dei duetti, accompagnò verso la vittoria Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Ultimo, primo classificato tra i Giovani l’anno scorso, ha buone possibilità di tornare, stavolta tra i big. Iva Zanicchi ha proposto una canzone scritta da Luis Bacalov prima di morire.

I sostenitori di Gigi D’Alessio si chiedono se sarà all’Ariston e se con lui ci sarà un altro artista napoletano, Nino D’Angelo, o Anna Tatangelo.

Ci potrebbero essere tutti e tre ma in caselle distinte del puzzle.

Se D’Alessio potrebbe tornare come ospite, D’Angelo dovrebbe essere in concorso in coppia con un misterioso artista, sempre partenopeo, con ogni probabilità della scuderia Sugar.

Non trova conferme la voce di D’Alessio in coppia con Anna Tatangelo.

Lei potrebbe correre da sola tra i big.

Tra i nomi anche Briga, Achille Lauro, Fred de Palma e Shade,(altri esponente della trap, per strizzare l’occhio al pubblico giovane) in coppia con Federica Carta, ma anche di Andrea Febo, coautore del pezzo «Non mi avete fatto niente» del duo Meta-Moro, vincitore dell’ultimo Festival. In quota rap, genere assente l’anno scorso, possibili Rocco Hunt, Clementino.

In gara quest’anno è data per molto probabile la presenza di Loredana Berté, reduce da un’estate di grande rilancio con il singolo-hit ‘Non ti dico no’, cantato insieme ai Boomdabash. La cantante, già in lizza per il Festival nella precedente edizione, non era stata ammessa alla gara, con uno strascico di polemiche. Stavolta la sua presenza (ha una canzone firmata da Gaetano Curreri) avrebbe ancora più senso visto che al Festival, che a Mia Martini intitola il Premio della Critica, si potrebbe parlare della fiction di Rai1 sulla vita di Mimì.

Sul fronte dei superospiti il nome più accreditato è quello di Andrea Bocelli, che potrebbe cantare insieme al figlio Matteo, ma si guarda con interesse anche ad Ed Sheeran, la superstar britannica che ha duettato con lo stesso Bocelli nell’album dei record ‘Sì’.

Atteso anche Eros Ramazzotti.

Già ospiti del Baglioni & Friends dello scorso anno, potrebbero tornare all’Ariston anche Laura Pausini, prima cantante italiana a vincere il Latin Grammy Award nella categoria ‘Best Traditional Pop Vocal Album’, e Biagio Antonacci. Un’altra coppia accreditata tra i possibili ospiti è quella Raf-Umberto Tozzi che, dopo il singolo a due voci ‘Come una danza’ e un doppio album insieme, partirà in tour proprio dopo il Festival.

Anche Emma Marrone punterebbe a tornare, ma fuori gara.

Stesso discorso per Marco Mengoni, vincitore a Sanremo nel 2013. Tra i possibili ospiti anche Fedez, Eros Ramazzotti e Jovanotti mentre è data quasi per certa anche a febbraio la presenza di Fabio Rovazzi, che a dicembre condurrà Sanremo Giovani in tandem con Pippo Baudo.

Eros Ramazzotti, esce il nuovo album, “Vita ce n’è”

Esce il 23 novembre “Vita ce n’è”, il nuovo album di Eros Ramazzotti con quattordici nuove canzoni, pubblicato sia in lingua italiana che spagnola. L’album esce in 100 Paesi del mondo ed è dedicato all’amico fraterno Pino Daniele, l’artista con cui Eros ha condiviso momenti di vita personali e tantissime emozioni. È stato anticipato dall’omonimo singolo, che in poco più di un mese si è imposto ai vertici delle classifiche radiofoniche italiane e internazionali. Eros Ramazzotti ha scelto di presentare il progetto “Vita ce n’è” realizzato con Universal Music e Vertigo/Eventim e prodotto da Radiorama, in anteprima alla stampa mondiale nella prestigiosa Sala della Balla del Castello Sforzesco, nell’ambito della Milano Music Week 2018.

ufficiale.

Ramazzotti, esce il nuovo album, guarda l'intervista

Si tratta di un album positivo, come ha raccontato lo stesso Eros, in cui “l’amore è il centro di tutto l’ottimismo in cui si può ancora credere”. Un progetto discografico ricco di nuove collaborazioni e importanti featuring internazionali, tra cui la cantante italo-canadese Alessia Cara e Luis Fonsi, la star di “Despacito”. Inoltre Lorenzo Jovanotti firma uno dei brani del disco. Eros ha spiegato anche che l’album “per me rappresenta un nuovo inizio, una sfida con me stesso e con il tempo, la voglia di lasciare un segno decisivo e di spaccare. È uno slogan, un auspicio, un modo per dire “andiamo avanti” perché “ripartiremo insieme, non c’è una direzione sola”. Guarda qui sotto l’intervista di Francesco Taranto

Salmo con Coez, esce il video di Sparare alla Luna su Netflix

Dopo aver infranto tutti i record su Spotify e aver dominato le classifiche FIMI, Salmo riesce ancora una volta a sorprendere e distinguersi. È infatti il primo artista italiano a lanciare in esclusiva su Netflix un video musicale. Si tratta di “Sparare alla luna” feat Coez, disponibile da oggi sulla piattaforma streaming. Il video, con la regia di YouNuts Productions, è stato girato sul set di “Narcos: Messico”, dove Salmo ha recitato con gli attori del Guadalajara Cartel, protagonisti della serie che ha debuttato su Netflix il 16 novembre. Si tratta di un contenuto esclusivo di “Narcos: Messico” poiché il video si trova nella sezione “trailer e molto altro” della serie.

https://www.instagram.com/p/BqcXp8Ulvht/embed/captioned/?cr=1&v=12&wp=1035#%7B%22ci%22%3A0%2C%22os%22%3A9250%7D

Nel frattempo, come detto, l’album da cui è tratto il brano, “Playlist”, continua a macinare record su record: maggior numero di stream in 24 ore (9.956.884) nel giorno dell’uscita e maggior numero di stream in una settimana (43.882.595). Inoltre, è la prima volta che un artista italiano si colloca nella Global Chart di Spotify con 8 brani.

Salmo con Coez, esce il video di Sparare alla Luna su Netflix

Festival di Sanremo 2019, 24 i Big in gara. Ecco il regolamento.

Il regolamento del Festival di Sanremo 2019, ecco le novità introdotte dal direttore artistico Claudio Baglioni: nella nuova edizione, i Campioni in gara passeranno da 20 a 24, comprenderanno anche i due vincitori della sezione Giovani, che verrà scorporata dalla kermesse e che andrà in onda in prime time su Rai1 il 20 e 21 dicembre prossimi. Di conseguenza, stavolta nelle quattro serate festivaliere in programma dal 5 al 9 febbraio, l’attenzione sarà tutta rivolta ai Big, non saranno soggetti ad eliminazioni ed accederanno tutti alla finale. Ecco, nel dettaglio, il regolamento e il meccanismo di Sanremo 2019, serata per serata

Prima Serata, martedì 5 febbraio 2019

Interpretazione-esecuzione delle 24 canzoni in gara da parte dei 24 Artisti. Le votazioni per ognuna delle suddette canzoni avverranno con sistema misto. Al giudizio concorreranno il pubblico, tramite Televoto, la giuria Demoscopica e la giuria della Sala Stampa.

Seconda Serata, mercoledì 6 febbraio 2019

Interpretazione-esecuzione di 12 canzoni in gara. Le votazioni avverranno con sistema misto. Anche stavolta gli artisti con i loro brani riceveranno il giudizio del pubblico, tramite Televoto, della giuria Demoscopica e della giuria della Sala Stampa.

La media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle ottenute nelle Serate precedenti determinerà una classifica delle 24 canzoni/Artisti. Al termine della puntata, la Rai assegnerà un premio speciale all’interpretazione più votata nel corso della serata stessa.

Quinta Serata – Serata Finale, sabato 9 febbraio 2019

Interpretazione-esecuzione di tutte le 24 canzoni in gara. Le votazioni avverranno con sistema misto: del pubblico, tramite Televoto, della giuria della Sala Stampa e della giuria degli Esperti. Al termine delle votazioni, la media tra le percentuali di voto ottenute in Serata e quelle ottenute nelle Serate precedenti determinerà una classifica delle 24 canzoni e dei rispettivi artisti.

Seguirà una riproposizione – attraverso esecuzione dal vivo o attraverso un rvm dell’ultima esibizione effettuata – delle 3 canzoni (o parti di esse) che hanno ottenuto il punteggio complessivo più elevato nella suddetta classifica. Al termine, si procederà a una nuova votazione, sempre con sistema misto: Televoto, giuria della Sala Stampa e giuria degli Esperti. La media tra le percentuali di voto ottenute in quest’ultima sessione di votazione e quelle ottenute nelle votazioni precedenti determinerà una nuova classifica delle 3 canzoni e dei rispettivi interpreti.

La canzone prima in classifica verrà proclamata Vincitrice di Sanremo 2019. Verranno poi proclamate anche la seconda e la terza classificate.