Archivi tag: Amadeus

Sanremo 2021: Amadeus annuncia Achille Lauro, Elodie e Ibrahiovic ospiti

Dopo l’annuncio dei 26 big in gara, Amadeus svela ulteriori tasselli del Festival di Sanremo 2021

Elodie non ci sarà solo in veste di cantante ma co-condurrà con me una serata”- ha spiegato Amadeus a margine della conferenza stampa di presentazione dello show di fine 2020 L’anno che verrà – e sarà una delle donne del Festival. Achille Lauro invece sarà protagonista di cinque “quadri”, uno per ogni serata del Festival”. Entrambi erano stati presenti anche nell’edizione 2020, il primo Sanremo di Amadeus, ma come cantanti in gara, entrambi con grande successo: Elodie aveva portato Andromeda, Achille Lauro aveva bissato con Me ne frego il successo di Rolls Royce (2019).

Amadeus ha anche confermato una notizia nell’aria da qualche settimana: la presenza sul palco dell’Ariston di Ibrahimovic come co-conduttore per tutte e cinque le serate. “E’ un altro colpo di Sanremo: non salterà nessuna partita del Milan”, ha dichiarato Amadeus. Anche se, a ben vedere, il calendario del campionato di calcio entrerebbe a questo punto in conflitto con il Festival: mercoledì 3 marzo alle 20:45 (a meno di spostamenti d’orario del match) sarebbero in programma in contemporanea la seconda serata e la partita Milan-Udinese… 

Sanremo 2021: Amadeus, i big in gara sono 26

L’aumento del numero dei cantanti in gara, ha spiegato il conduttore e direttore artistico della kermesse, si è reso necessario “perché la proposta era enorme: ho ascoltato quasi 300 brani che mi sono stati inviati e rispetto ai 20 previsti, ce n’erano almeno altri 20 meritevoli. Ho avuto l’imbarazzo della scelta”, ha aggiunto Amadeus. Che, sulle quote rosa oggetto di polemica lo scorso anno, ha chiarito anche che sul palco quest’anno in gara saliranno “10 donne”.

E proprio sull’assenza di polemiche rispetto all’anno scorso si è giocata l’irruzione nella conferenza stampa virtuale di Rosario Fiorello, pronto a replicare il ruolo di fantasista del festival al fianco di Amadeus: “Amadeus mi ha deluso: un po’ di sessismo, un po’ di omofobia, un po’ di razzismo, un po’ di negazionismo. Dici qualche cosa, lanciati! Dici come sei veramente, perché sennò cosa scrivono? La polemica non l’hai fatta? Non ti posso lasciare un minuto”, ha scherzato Fiorello tra le risate di Amadeus.

“Mi piacerebbe che Sanremo 2021 si riaprisse riaccendendo la festa dell’anno scorso”, ha detto Amadeus. “La parola d’ordine è rinascita. La musica è stata ferma per un anno. Sembrano passati 2-3 anni dallo scorso febbraio. La lista dei big avrà una presenza dei giovani grandissima. Perché guarda al presente ma anche al futuro. Vogliamo fare un festival più forte dell’anno scorso. Non parlo di ascolti ma di musica e di spettacolo”, ha aggiunto.

Sull’approccio alla location e alle misure di sicurezza, il direttore di Rai1, Stefano Coletta ha spiegato: “Sono state prese in considerazione opzioni diverse ma d’accordo con i vertici aziendali si è concordato che l’Ariston restasse la sede del Festival 2021, chiaramente in ottemperanza di tutte le norme di sicurezza che saranno richieste a momento”.

“Stiamo lavorando perché all’Ariston ci sia pubblico – ha aggiunto il direttore – naturalmente normato come sarà possibile a marzo. Noi stiamo lavorando perché Sanremo non sia il Sanremo del Covid ma il Sanremo della normalità e della rinascita. Ovviamente sulle singole misure, potremo essere più chiari con l’approssimarsi della scadenza”.

La formula dunque, ha assicurato Amadeus, sarà quella “tradizionale”: in diretta dal Teatro Ariston. “Non pensiamo a formule alternative, che pure sono utili in emergenza come lo streaming. Sanremo sarà fatto in assoluta normalità. Semmai potremo collegarci con qualche teatro, se ci sarà qualche spettacolo che riparte per far vedere che riaprono i teatri”, ha detto. Quanto a chi ci sarà sul palco con lui e Fiorello, Amadeus non ha dato anticipazioni ma ha assicurato che “non mancheranno le sorprese”. E c’è già chi ipotizza un’incursione nella serata d’apertura di Maria De Filippi, al centro di diversi siparietti degli ‘Amarello’ lo scorso anno. D’altronde, proprio oggi, dalle colonne del ‘Corriere della Sera’ la conduttrice, rispondendo ad una domanda su quale giorno della carriera vorrebbe rivivere, ha detto: “La prima serata di Sanremo, perché ero terrorizzata: avevo la salivazione azzerata, continuavo a camminare con lo sguardo fisso e le labbra che si accartocciavano all’indentro. La rivivrei in modo completamente diverso”. E chissà che questa possibilità non si realizzi nel 2021.

Intanto, giovedì Amadeus definirà il cast canoro: oltre all’annuncio dei 26 Big, verranno definiti gli 8 artisti della categoria Nuove Proposte. Il concorso AmaSanremo ha decretato che a giocarsi la finale saranno Avincola, Folcast, Gaudiano, Hu, I Desideri, Le Larve, M.e.r.l.o.t., Davide Shorty, WrongOnYou e Greta Zuccoli. I 10 finalisti si esibiranno live accompagnati da una band, “senza i duelli dello scorso anno”, e dovranno convincere la Giuria Televisiva che già li conosce bene per averli giudicati nei cinque appuntamenti di AmaSanremo. Luca Barbarossa, Beatrice Venezi, Morgan e Piero Pelù, eccellenze della musica italiana in tutte le sue forme e le sue espressioni, avranno il compito di decidere chi saranno i 6 giovani tra i 10 che raggiungeranno il Teatro Ariston. Al loro voto si aggiungerà quello popolare del Televoto e quello della Commissione Musicale, capitanata dal Direttore Artistico Amadeus. Infine, i 2 artisti selezionati dalla Commissione Musicale tra i vincitori di Area Sanremo, completeranno il gruppo delle 8 Nuove Proposte. La finale di Sanremo Giovani, andrà in onda dalle 21.30 su Rai1, Radio2 (con la conduzione di Ema Stokholma) e RaiPlay.

Il direttore della Rai conferma: “Sanremo si farà e con il pubblico in sala”



Il direttore della Rai conferma: “Sanremo si farà e con il pubblico in sala”

Il direttore ha confermato che la Rai è al lavoro per fare il Festival di Sanremo seguendo tutte le misure di sicurezza

L’edizione 2021 di Sanremo sta generando parecchie polemiche, soprattutto in merito alle dichiarazioni fatte dei due presentatori Amadeus e Fiorello. Il primo aveva stupito tutti dicendo che senza pubblico il festival non si sarebbe fatto e che non c’era un “piano b” possibile.

Anche Fiorello, pochi giorni fa, l’ha ribadito: “Il format Sanremo è assembramento, è 1500 giornalisti in sala stampa, il format Sanremo è 1000 persone davanti all’Ariston, è avere gente che aspetta i cantanti sotto gli hotel per poterli toccare e abbracciare. Se levi tutto questo hai levato l’80% di Sanremo”.

Stefano Coletta ci ha tenuto a chiarire la situazione. Durante la conferenza stampa per “Tale e Quale Show” il direttore Rai ha confermato che il festival si farà con il pubblico in sala. “Stiamo lavorando per portare al Festival di Sanremo un pubblico tamponato e monitorato” – ha spiegato Stefano Coletta – “In Rai c’è stata una lunga riunione di tutti i direttori di rete con l’ad Fabrizio Salini sul tema pubblico e intrattenimento, stiamo studiando formule che garantiscano sicurezza, negli studi tv più si è e più il rischio sale, e la positività degli spettatori vanificherebbe tutte le misure di sicurezza adottate per i cast”.

Le date del Festival di Sanremo al momento sono state fissate dal 2 al 6 marzo, ma alcuni siti sostegno che potrebbero ulteriormente slittare in base agli andamenti dei contagi da Coronavirus.

Foto: Amadeus a Sanremo 2020, via Facebook

La scenografia di Sanremo Gaetano Castelli: “Un Festival disegnato dalla luce”

Nessuna “macchina” scenica, ma un palco disegnato – e animato – dalle immagini e da linee curve che danno profondità allo spazio. E’ un omaggio al passato, anche ammiccando un po’ a Broadway ma guardando al futuro, quello che Gaetano Castelli firma per la scenografia del 70° Festival della Canzone Italiana. Per lui è il diciottesimo e segna il ritorno tra le quinte dell’Ariston dopo 8 anni: “La mia scelta – dice – è stata quella di eliminare completamente le automazioni, sostituendole con elementi scenografici volumetrici progettati in modo da dilatare lo spazio scenico e acquisire la maggiore profondità possibile. E in questo spazio faccio ‘danzare’ la luce”.
Ridotta, ma non eliminata la scala, Castelli riporta l’orchestra ai lati del palco – nel golfo mistico – e ha lavorato soprattutto sull’integrazione tra elementi della scenografia, apparati video e luci: “I principali, i fondali e le quinte – prosegue Castelli – contengono, all’interno, apparati video e sceno-luminosi che, per la prima volta, sono completamente integrati con le luci del direttore della fotografia Mario Catapano. La scena acquista dinamismo grazie alle sue forme sinuose, agli accorgimenti prospettici e alla sincronia con il ritmo musicale di tutti gli effetti luminosi e grafici, personalizzati per ogni artista e sottolineati dal dinamismo della ripresa firmata da Stefano Vicario”.

Tutto sul “Festival di Sanremo 2020”. Dalle 10 co-conduttrici a tutti gli ospiti serata per serata.

Diletta Leotta, Antonella Clerici, Emma D’Aquino, Laura Chimenti, Georgina Rodriguez, Francesca Sofia Novello, Mara Venier, Rula Jebreal, Sabrina Salerno, Alketa Vejsiu e Monica Bellucci. Sono loro le donne che si alterneranno sul palco del Festival di Sanremo con Amadeus. L’annuncio poco fa nella prima conferenza stampa ufficiale. Il conduttore, a proposito delle polemiche sulla Jebreal: Ho incontrato Rula Jebreal la prima volta a settembre. Volevo una giornalista internazionale che parlasse di donne. Come sapete, mi occupo di spettacolo e non di politica, nel mio Sanremo è lo show che deve prevalere. Cercavo una persona dal sapore e dall’esperienza internazionale che parlasse di donne: quando si accusa la violenza, penso che non ci sia colore della pelle, ceto sociale o appartenenza politica che tenga. La donna va rispettata ovunque nel mondo”. Confermati anche, tra gli ospiti, Tiziano Ferro (tutte le serate), Fiorello e Roberto Benigni. Ci saranno anche Salmo, Kim Rossi Stuart, Emma Marrone, Pierfrancesco Favino, Lewis Capaldi, Claudio Santamaria, Massimo Ranieri, Mika, Dua Lipa, Johnny Dorelli, il cast di La mia banda suona il pop. Ancora non ufficiali le presenze di Al Bano e Romina Power, Ultimo e Zucchero.

PRIMA FESTIVAL Emma Stoccolma e Gigi e Ross saranno i conduttori.

PRIMA PUNTATA Diletta Leotta, Rula Jebreal, Tiziano Ferro e Fiorello. Salmo, Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Santamaria ed Emma Marrone.

SECONDA SERATA Tra le super ospiti Monica Bellucci.

TERZA SERATA Serata canzoni storia del Festival. Georgina Rodriguez, Luis Capaldi, Tiziano Ferro in coppia con Massimo Ranieri, Mika e Roberto Benigni.

QUARTA SERATA Semifinali e finalissima categoria giovani. Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello, oltre a Fiorello, Tiziano Ferro, Dua Lipa e Johnny Dorelli.

QUINTA SERATA Mara Venier, Diletta Leotta, Sabrina Salerno, Francesca Sofia Novello,  Diego Abantantuono, Christian De Sica, Massimo Ghini, Paolo Rossi.
E poi c’è l’idea di avere Al Bano e Romina Power che dopo 25 anni potrebbero cantare un inedito insieme.

GLI ARTISTI
«Mi piacerebbere avere Ultimo nell’ultima serata del Festival – confessa Amadeus – e Zucchero. Stiamo chiudendo le trattative. Lui e Salmo sono il futuro della musica».

Sanremo 2020: le ultime news, da Tiziano Ferro e Benigni a…

Tiziano Ferro ci sarà tutte le sere”. Dopo settimane di indiscrezioni, Amadeus, chiudendo Sanremo Giovani, conferma il cantautore come presenza fissa del festival 2020. “Sono felice – dice il conduttore e direttore artistico – l’ho incontrato più volte, abbiamo parlato. L’ho chiamato anche prima di darvi la notizia. Cosa farà? Sicuramente canterà e per sapere il resto dovete aspettare”, sorride Amadeus. Ma sembra confermarsi il ruolo di Tiziano Ferro come performer tra qualche canzone del suo repertorio, cover di brani di altri artisti e ironia.

Confermato Roberto Benigni come superospite, l’altro partner che sarà molto più di un ospite per Amadeus al festival è Fiorello che – ribadisce il conduttore e direttore artistico – “sarà libero di fare quel che vuole”. “Sono sicuro che Fiorello ci sarà perché è un fratello ed era quasi più preoccupato lui di me che al festival vada tutto bene. Lo incontrerò dopo le vacanze, gli dirò che tipo di racconto del festival stiamo mettendo in piedi e lui deciderà cosa fare e quando. Io so che lui sta pensando a delle sorprese e, siccome io amo l’imprevedibilità, sono felice e sono sicuro che lui non mi dirà tutto. Ma appunto non so quante sere ci sarà e cosa accadrà. Può essere tutto. È ovvio che se fosse per me mi legherei Fiorello al piede tutta la settimana”, sorride Amadeus che, a proposito di sorprese, dice di aver appreso dalla stampa dell’Edicola di Fiorello in onda da Sanremo su RaiPlay.

Amadeus parla anche del ‘no’ di Jovanotti, che ha programmato un giro in bici del Perù per il periodo del festival: “Vorrei sequestrargli la bicicletta ma non posso”, dice ridendo. “Lo avevo invitato questa estate e lui mi aveva detto che ci avrebbe pensato dopo aver finito il tour. Poi si sono sentiti lui e Fiorello. Probabilmente aveva l’esigenza di fare altro dopo il tour, aveva programmato questo viaggio. Va bene così. Gli voglio molto bene”, aggiunge.

Nessuna anticipazione, invece, sulle presenze femminili al festival, se non una questione di metodo e di principio: “Ho letto che già ci sono polemiche. Qualcuno ha scherzato sulle ’10 ragazze per me’. Allora aiutatemi a capire: se si scelgono due donne per il festival sono troppo poche, se se ne scelgono due a sera non va bene comunque. Allora ditemi voi qual è il numero giusto. Alla fine saranno pure più di dieci… perché ci saranno anche le ospiti. Diciamo che ci saranno almeno due donne a sera, con storie ed età diverse. Nomi? No, non ne faccio. Se non ho la certezza al 100% mi sembra brutto. Ma al più presto saprete tutto”, assicura.

Quanto alle Nuove Proposte del festival, Amadeus è “molto contento” del cast definitosi ieri con la finale di Sanremo Giovani e la comunicazione dei vincitori di Area Sanremo. “Sono tutte canzoni molto belle e molto diverse tra loro”, dice. Tra gli 8 artisti che saliranno sul palco a febbraio, ce ne sono diversi che affrontano temi importanti, come il bullismo nel caso di Marco Sentieri e della sua ‘Billy Blu’ e l’ex Ilva di Taranto nel caso di Gabriella Martinelli e Lula e della loro ‘Il gigante di acciaio’. “Non ho scelto i temi – dice Amadeus – ma l’emozione complessiva che mi comunicavano i brani. Se poi ci sono testi importanti e attuali, tanto meglio”, sottolinea Amadeus, che considera quella andata in onda giovedì su Rai1 “la partenza di Sanremo 2020”, anche perché l’impostazione del racconto ha anticipato in parte quello che succederà a febbraio: “Unire la realtà discografica e un po’ di storia, di ricordi, come succederà anche al festival di febbraio, che celebrerà i 70 anni del festival”, conclude.

Sanremo 2020: ecco chi saranno i possibili Big in gara!

Sanremo 2020 il cerchio si stringe e mentre i primi ospiti iniziano ad essere ufficializzati,  per scoprire quali saranno i big in gara si dovrà aspettare il 6 gennaio, durante la puntata speciale de I Soliti Ignoti dedicata alla Lotteria Italia,  Amadeus svelerà le 20 canzoni scelte tra le oltre 200 ricevute.

E inizia cosi il via al totonomi. Salgono le quotazioni di Elodie quasi certa e  pronta a salire sul palco dell’ariston, si fa anche il nome di  Levante , Irene Grandi, Noemi e  Arisa. Certa anche la presenza di Anastasio, Ghemon e Rancore magari con un feat. d’eccezione come successe lo scorso anno con Daniele Silvestri. Sono sempre più insistenti i nomi di Francesco Gabbani, Raphael Gualazzi, Marco Masini che festeggia i 30 anni di carriera,  così anche  certa  la presenza dei due ‘Amici’ Alberto Urso e Giordana, forse in coppia. Possibile la presenza di  Irama ed Enrico Nigiotti pronto con un tour che partirà nella primavera del 2020. Tra i nomi che non ti aspetti si parla di Piero Pelù, per lui sarà la prima partecipazione al festival. Per quanto riguarda la quota indie si parla de i Pinguini Tattici Nucleari, Diodato, Lo stato sociale e i Canova. Pare sia Certa anche la presenza di Elettra Lamborghini, Michele Bravi e Le Vibrazioni. Tra quelli che hanno presentato un brano c’è Chiara Galiazzo, Gianluca Grignani, Mietta, Lorenzo Fragola, Bianca Atzei e Dear Jack.  Ma circolano molti altri nomi, da Ermal Meta a Nina Zilli, da Achille Lauro a Giusy Ferreri, da Michele Zarrillo a Federica Carta.

Smentita la partecipazione di Matteo Bocelli, Tommaso Paradiso, Malika Ayane e Sirya.

I colpi di scena sono dietro l’angolo, non ci resta che aspettare il 6 gennaio per l’annuncio ufficiale.

 

 

RADIO ITALIA LIVE – IL CONCERTO. IL 4 OTTOBRE A MALTA CON LA CONDUZIONE DI AMADEUS

Venerdì 4 ottobre, alle ore 20, a Fosos – Floriana Granaries a Malta ci sarà la prima edizione del Mediterranean Stars Festival, prodotto dalla Mediterranean Tourism Foundation in collaborazione con Malta Tourism Authority, Air Malta e il Ministero del Turismo di Malta. WEC World Entertainment Company si occuperà invece della produzione esecutiva dell’evento. Insieme ad artisti da tutto il Mediterraneo ci saranno i protagonisti di Radio Italia Live – Il Concerto con una line up di eccellenza formata dai più noti artisti italiani che si esibiranno durante la serata. La conduzione sarà affidata al prossimo conduttore del Festival di Sanremo: Amadeus.

Nel cast, infatti, saranno presenti Alessandra Amoroso, Boomdabash, Gigi D’Alessio, Elisa, Emma, Francesco Gabbani, Guè Pequeno, J-Ax, Mahmood, Max Pezzali, Raf, Umberto Tozzi e anche artisti maltesi come Ira LoscoThe Travellers e il cantante algerino Khaled, uno dei massimi rappresentanti della fusione fra la tradizione mediterranea ed il pop europeo. Il concerto sarà aperto dagli artisti maltesi Nicole Frendo e Red Electrik.

L’evento sarà trasmesso in diretta in contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv (canale 70 DTT, canale 725 SKY, canale 35 TivùSat, solo in Svizzera Video Italia HD) e in streaming audio/video su radioitalia.it. Vivrà inoltre in tempo reale sui social network di Radio Italia e sulle app gratuite “iRadioItalia” per iPhone, iPad, Android, Windows Phone, Windows 10 e su tutti i dispositivi Echo, lo smart speaker di Amazon.

Sarà trasmesso in differita su Real Time (canale 31 del dtt) e su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play).

Il Festival intende superare la sua dimensione di spettacolo e intrattenimento e, nei suoi limiti, vuole contribuire a far rinascere l’identità del Mediterraneo creando occasioni di collaborazione e interazione tra i diversi paesi che si affacciano su esso attraverso turismo ed eventi culturali.

Sanremo 2020 : Amadeus conduttore e direttore artistico

Amadeus sarà il direttore artistico e il conduttore del prossimo Festival di Sanremo. Lo comunica la Rai in una nota in cui si legge che «padrone di casa di Sanremo 70 sarà Amadeus, volto Rai, esperto di musica, storico dj, che sarà anche direttore artistico dell’edizione».

Assieme a lui, fa sapere la Rai, nel corso delle 5 serate, ci saranno volti che hanno costruito la storia del Festival, per un racconto che si intreccerà con quello di compagni di viaggio di Amadeus. Tante le sorprese e un dopo-festival che sarà costruito all’insegna dell’innovazione.