Archivi tag: festival di sanremo

Il direttore della Rai conferma: “Sanremo si farà e con il pubblico in sala”



Il direttore della Rai conferma: “Sanremo si farà e con il pubblico in sala”

Il direttore ha confermato che la Rai è al lavoro per fare il Festival di Sanremo seguendo tutte le misure di sicurezza

L’edizione 2021 di Sanremo sta generando parecchie polemiche, soprattutto in merito alle dichiarazioni fatte dei due presentatori Amadeus e Fiorello. Il primo aveva stupito tutti dicendo che senza pubblico il festival non si sarebbe fatto e che non c’era un “piano b” possibile.

Anche Fiorello, pochi giorni fa, l’ha ribadito: “Il format Sanremo è assembramento, è 1500 giornalisti in sala stampa, il format Sanremo è 1000 persone davanti all’Ariston, è avere gente che aspetta i cantanti sotto gli hotel per poterli toccare e abbracciare. Se levi tutto questo hai levato l’80% di Sanremo”.

Stefano Coletta ci ha tenuto a chiarire la situazione. Durante la conferenza stampa per “Tale e Quale Show” il direttore Rai ha confermato che il festival si farà con il pubblico in sala. “Stiamo lavorando per portare al Festival di Sanremo un pubblico tamponato e monitorato” – ha spiegato Stefano Coletta – “In Rai c’è stata una lunga riunione di tutti i direttori di rete con l’ad Fabrizio Salini sul tema pubblico e intrattenimento, stiamo studiando formule che garantiscano sicurezza, negli studi tv più si è e più il rischio sale, e la positività degli spettatori vanificherebbe tutte le misure di sicurezza adottate per i cast”.

Le date del Festival di Sanremo al momento sono state fissate dal 2 al 6 marzo, ma alcuni siti sostegno che potrebbero ulteriormente slittare in base agli andamenti dei contagi da Coronavirus.

Foto: Amadeus a Sanremo 2020, via Facebook

Festival di Sanremo 2021. Condurrano Amadeus e Fiorello dal 2 al 6 marzo.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dei palinsesti di Rai1 è stata comunicata la ricollocazione del Festival di Sanremo 2021 in termini di date: se da diversi anni si era scelto lo slot della prima metà di febbraio, nel 2021 si ritornerà a marzo, dal 2 al 6 per la precisione.

Ad annunciarlo è Stefano Coletta, direttore della rete ammiraglia, che ha così commentato: “Sarà posticipato perché speriamo che a marzo si possa svolgere in sicurezza un Festival normale. È ovvio che stiamo pensando ad alternative nel caso in cui l’emergenza non sia finita, ma per noi Sanremo è quella formula lì, e puntiamo a farlo come siamo abituati“.

Confermato anche il tandem di presentatori, di primissimo livello: con Amadeus, infatti, ci sarà Fiorello a formare in via ancora più ufficiale la coppia che, lo scorso anno, aveva dato vita ad alcuni dei momenti più ricchi di gag del Festival.

Al via anche il nuovo format che servirà a mettere in luce coloro che poi vedremo nella sezione Giovani. Si chiamerà Ama Sanremo, sarà condotto anch’esso da Amadeus e si sonderà lungo cinque seconde serate autunnali di giovedì.

Sanreno 2020: La Classifica generale. Gabbani primo Junior cally ultimo

Arriva quindi la classifica frutto dell’aggregazione delle due serate. Junior Cally si trova sul fondo della classifica. Francesco Gabbani si conferma in testa, davanti alle Vibrazioni, primi nella serata di martedì.

1 Francesco Gabbani

2 Le Vibrazioni

3 Piero Pelù

4 Pinguini Tattici Nucleari

5 Elodie

6 Diodato

7 Irene Grandi

8 Tosca

9 Michele Zarrillo

10 Levante

11 Marco Masini

12 Alberto Urso

13 Giordana Angi

14 Raphael Gualazzi

15 Anastasio

16 Paolo Jannacci

17 Achille Lauro

18 Nigiotti

19 Pavone

20 Riki

21 Lamborghini

22 Rancore

23 Bugo e Morgan

24 Junior Cally

Tutto sul “Festival di Sanremo 2020”. Dalle 10 co-conduttrici a tutti gli ospiti serata per serata.

Diletta Leotta, Antonella Clerici, Emma D’Aquino, Laura Chimenti, Georgina Rodriguez, Francesca Sofia Novello, Mara Venier, Rula Jebreal, Sabrina Salerno, Alketa Vejsiu e Monica Bellucci. Sono loro le donne che si alterneranno sul palco del Festival di Sanremo con Amadeus. L’annuncio poco fa nella prima conferenza stampa ufficiale. Il conduttore, a proposito delle polemiche sulla Jebreal: Ho incontrato Rula Jebreal la prima volta a settembre. Volevo una giornalista internazionale che parlasse di donne. Come sapete, mi occupo di spettacolo e non di politica, nel mio Sanremo è lo show che deve prevalere. Cercavo una persona dal sapore e dall’esperienza internazionale che parlasse di donne: quando si accusa la violenza, penso che non ci sia colore della pelle, ceto sociale o appartenenza politica che tenga. La donna va rispettata ovunque nel mondo”. Confermati anche, tra gli ospiti, Tiziano Ferro (tutte le serate), Fiorello e Roberto Benigni. Ci saranno anche Salmo, Kim Rossi Stuart, Emma Marrone, Pierfrancesco Favino, Lewis Capaldi, Claudio Santamaria, Massimo Ranieri, Mika, Dua Lipa, Johnny Dorelli, il cast di La mia banda suona il pop. Ancora non ufficiali le presenze di Al Bano e Romina Power, Ultimo e Zucchero.

PRIMA FESTIVAL Emma Stoccolma e Gigi e Ross saranno i conduttori.

PRIMA PUNTATA Diletta Leotta, Rula Jebreal, Tiziano Ferro e Fiorello. Salmo, Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Santamaria ed Emma Marrone.

SECONDA SERATA Tra le super ospiti Monica Bellucci.

TERZA SERATA Serata canzoni storia del Festival. Georgina Rodriguez, Luis Capaldi, Tiziano Ferro in coppia con Massimo Ranieri, Mika e Roberto Benigni.

QUARTA SERATA Semifinali e finalissima categoria giovani. Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello, oltre a Fiorello, Tiziano Ferro, Dua Lipa e Johnny Dorelli.

QUINTA SERATA Mara Venier, Diletta Leotta, Sabrina Salerno, Francesca Sofia Novello,  Diego Abantantuono, Christian De Sica, Massimo Ghini, Paolo Rossi.
E poi c’è l’idea di avere Al Bano e Romina Power che dopo 25 anni potrebbero cantare un inedito insieme.

GLI ARTISTI
«Mi piacerebbere avere Ultimo nell’ultima serata del Festival – confessa Amadeus – e Zucchero. Stiamo chiudendo le trattative. Lui e Salmo sono il futuro della musica».

Sanremo 2020: le ultime news, da Tiziano Ferro e Benigni a…

Tiziano Ferro ci sarà tutte le sere”. Dopo settimane di indiscrezioni, Amadeus, chiudendo Sanremo Giovani, conferma il cantautore come presenza fissa del festival 2020. “Sono felice – dice il conduttore e direttore artistico – l’ho incontrato più volte, abbiamo parlato. L’ho chiamato anche prima di darvi la notizia. Cosa farà? Sicuramente canterà e per sapere il resto dovete aspettare”, sorride Amadeus. Ma sembra confermarsi il ruolo di Tiziano Ferro come performer tra qualche canzone del suo repertorio, cover di brani di altri artisti e ironia.

Confermato Roberto Benigni come superospite, l’altro partner che sarà molto più di un ospite per Amadeus al festival è Fiorello che – ribadisce il conduttore e direttore artistico – “sarà libero di fare quel che vuole”. “Sono sicuro che Fiorello ci sarà perché è un fratello ed era quasi più preoccupato lui di me che al festival vada tutto bene. Lo incontrerò dopo le vacanze, gli dirò che tipo di racconto del festival stiamo mettendo in piedi e lui deciderà cosa fare e quando. Io so che lui sta pensando a delle sorprese e, siccome io amo l’imprevedibilità, sono felice e sono sicuro che lui non mi dirà tutto. Ma appunto non so quante sere ci sarà e cosa accadrà. Può essere tutto. È ovvio che se fosse per me mi legherei Fiorello al piede tutta la settimana”, sorride Amadeus che, a proposito di sorprese, dice di aver appreso dalla stampa dell’Edicola di Fiorello in onda da Sanremo su RaiPlay.

Amadeus parla anche del ‘no’ di Jovanotti, che ha programmato un giro in bici del Perù per il periodo del festival: “Vorrei sequestrargli la bicicletta ma non posso”, dice ridendo. “Lo avevo invitato questa estate e lui mi aveva detto che ci avrebbe pensato dopo aver finito il tour. Poi si sono sentiti lui e Fiorello. Probabilmente aveva l’esigenza di fare altro dopo il tour, aveva programmato questo viaggio. Va bene così. Gli voglio molto bene”, aggiunge.

Nessuna anticipazione, invece, sulle presenze femminili al festival, se non una questione di metodo e di principio: “Ho letto che già ci sono polemiche. Qualcuno ha scherzato sulle ’10 ragazze per me’. Allora aiutatemi a capire: se si scelgono due donne per il festival sono troppo poche, se se ne scelgono due a sera non va bene comunque. Allora ditemi voi qual è il numero giusto. Alla fine saranno pure più di dieci… perché ci saranno anche le ospiti. Diciamo che ci saranno almeno due donne a sera, con storie ed età diverse. Nomi? No, non ne faccio. Se non ho la certezza al 100% mi sembra brutto. Ma al più presto saprete tutto”, assicura.

Quanto alle Nuove Proposte del festival, Amadeus è “molto contento” del cast definitosi ieri con la finale di Sanremo Giovani e la comunicazione dei vincitori di Area Sanremo. “Sono tutte canzoni molto belle e molto diverse tra loro”, dice. Tra gli 8 artisti che saliranno sul palco a febbraio, ce ne sono diversi che affrontano temi importanti, come il bullismo nel caso di Marco Sentieri e della sua ‘Billy Blu’ e l’ex Ilva di Taranto nel caso di Gabriella Martinelli e Lula e della loro ‘Il gigante di acciaio’. “Non ho scelto i temi – dice Amadeus – ma l’emozione complessiva che mi comunicavano i brani. Se poi ci sono testi importanti e attuali, tanto meglio”, sottolinea Amadeus, che considera quella andata in onda giovedì su Rai1 “la partenza di Sanremo 2020”, anche perché l’impostazione del racconto ha anticipato in parte quello che succederà a febbraio: “Unire la realtà discografica e un po’ di storia, di ricordi, come succederà anche al festival di febbraio, che celebrerà i 70 anni del festival”, conclude.

Jefeo in radio con “1,2,3 Stella”, brano con cui è stato selezionato tra i 20 finalisti di Sanremo Giovani

A partire da domani sarà disponibile in digital download e in rotazione radiofonica “1,2,3 Stella”, brano con cui Jefeo è stato selezionato tra i 20 finalisti di Sanremo Giovani 2019 (nelle prossime settimane il giovane trapper milanese si contenderà i cinque posti disponibili per entrare nella competizione del Festival di Sanremo tra le Nuove Proposte). Il giorno dopo, sabato 30 novembre, sarà ospite del programma “Italia Si” condotto da Marco Liorni su Rai Uno dove presenterà ed eseguirà il brano. A breve sarà online anche il videoclip.

“L’idea di questo brano è nata vedendo dei bambini giocare – racconta il trapper classe 2000 -. Anche se ho 19 anni mi è venuto un blocco in pancia guardandoli, penso che ormai non saprò più che vuol dire essere spensierati, è bello essere piccoli e non riuscire a vedere l’esistenza del male”.

“Sono molto contento di questo traguardo – prosegue Jefeo – che dedico in primis a me stesso per tutto l’impegno che ci ho messo e tutti i sacrifici che ho fatto, ma sicuramente un ruolo determinante lo hanno avuto la mia famiglia e gli amici più stretti, che considero come il mio scudo”.

Sanremo Giovani: i 20 semifinalisti

Da comunicato stampa Rai.

Quattro appuntamenti pomeridiani, il sabato, dal 16 novembre al 7 dicembre

(none)

Quattro appuntamenti pomeridiani, da sabato 16 novembre a sabato 7 dicembre nella trasmissione Italia Sì condotta da Marco Liorni su Rai1 in cui giocarsi il tutto per tutto per poi approdare alla finalissima di Sanremo Giovani del 19 dicembre, in prima serata sempre in diretta su Rai1.

Inizia così il percorso a tappe per i 20 semifinalisti dell’edizione 2019 del contest di Rai1: ma solo 10 di loro nella serata del 19 dicembre potranno concorrere per aggiudicarsi i 5 posti in palio per la sezione Nuove proposte del Festival 2020, a cui si aggiungeranno i 2 artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo e, di diritto, la vincitrice di Sanremo Young.

Alla fine saranno in 8 a poter calcare, a febbraio, il prestigioso palcoscenico del Teatro Ariston. Venerdì 8 febbraio, nella penultima giornata del Festival di Sanremo, si conoscerà infine la canzone vincitrice della categoria Nuove Proposte.

Dopo le audizioni dal vivo che hanno visto il 3 novembre sfilare sul palco del Teatro delle Vittorie i 65 selezionati tra gli 842 iscritti a Sanremo Giovani il direttore artistico Amadeus (con lui nella Commissione musicale Claudio Fasulo, Gianmarco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis) ha svelato i 20 semifinalisti.

“Io e la Commissione siamo contenti di aver ascoltato 65 canzoni di altissimo livello – commenta a caldo Amadeus dopo l’audizione di ieri -. Non è stato facile selezionare i 20 brani per le semifinali di Sanremo Giovani ma la decisione presa ci ha trovato tutti d’accordo. Vorrei fare un grande in bocca al lupo a chi non è stato scelto consigliandogli d’insistere perché nel gruppo degli Artisti abbiamo trovato grandi potenzialità”. “Tra i 65 c’era il brano ‘Io sto con Paolo’ – prosegue il direttore artistico – interpretato da un Artista, Cristian Pintus, che si è presentato sul palco insieme ad un ragazzo affetto da Sla. Non è passato tra i 20 ma ho comunque deciso d’invitarlo come ospite e con la sua canzone sul palco dell’Ariston durante una delle cinque serate del Festival in quanto questo tema, che è estremamente importante, tocca profondamente la mia sensibilità e quella di tutti”. “L’invito – conclude Amadeus – è stato accolto da Paolo e dalla sua famiglia con entusiasmo”.

I finalisti di Sanremo Giovani:

AINE’ – Van Gogh
AVINCOLA – Un rider
DEVIL A – Disordine
EUGENIO IN VIA DI GIOIA – Tsunami
FADI – Due noi
FASMA – Per sentirmi vivo
FEDERICA ABBATE – I sogni prima di dormire
GIULIA MUTTI – Romanzo Cattivo
JEFEO – Un due tre stella
LEO GASSMANN – Va bene così
LIBERO – La Casa del Vento
MARCO SENTIERI – Billy Blu
MIKE BAKER – Stupido
NICO AREZZO – Volo
NOVA – Resta
RAIM – Labirinto
RÈCLAME – Il viaggio di ritorno
SAMUEL PIETRASANTA – E dove sarai tu
SHARI – Stella
THOMAS – Ne 80

Sanremo 2020 : Amadeus conduttore e direttore artistico

Amadeus sarà il direttore artistico e il conduttore del prossimo Festival di Sanremo. Lo comunica la Rai in una nota in cui si legge che «padrone di casa di Sanremo 70 sarà Amadeus, volto Rai, esperto di musica, storico dj, che sarà anche direttore artistico dell’edizione».

Assieme a lui, fa sapere la Rai, nel corso delle 5 serate, ci saranno volti che hanno costruito la storia del Festival, per un racconto che si intreccerà con quello di compagni di viaggio di Amadeus. Tante le sorprese e un dopo-festival che sarà costruito all’insegna dell’innovazione.

‘Effetto Music’ è Social Media partner ufficiale degli AFA e dell’associazione Astracantha a Sanremo

Destinazione Sanremo!

Ci siamo, è il momento di preparare le valige!

Il nostro blog ‘Effetto Music‘ sbarca a Sanremo e lo fa per raccontare la ‘Sanremo Experince’  dei nostri Talenti musicali che in questi giorni vi abbiamo presentato con le  schede di presentazione pubblicate sul nostro sito web www.effettomusic.com

Abbiamo il piacere di annunciarvi che siamo ‘Social Media partner’ ufficiale degli AFA  e del roster di artisti dell’Associazione musicale Astracantha, rispettivamente : Elena campione, Marta Bertocchi, Federica Valenza, Arianna Giancontieri, Erika Calabrese, Gli Spaesati e dei suddetti AFA.

screenshot_20190131-012621_chrome

Per essere più aggiornati potete seguirci presso il nostro sito web www.effettomusic.com , le pagine social Facebook e Istagram delgli @AFA con #Afa , di @Astracantha  con  #astracantha e  di @EffettoMusic con #Effettomusic anche su Twitter. Pubblicheremo news, post, stories e video in tempo reale.

 

 

 

I talenti parteciperanno a Sanremo Doc manifestazione collaterale al festival. La rassegna rappresenta una delle vetrine per far conoscere il proprio talento artistico difronte ad una platea di produttori musicali, discografici e addetti ai lavori nel mondo della musica proprio duranta la settimana del Festival di Sanremo 2019

Si esibiranno al palafiori di Sanremo ovvero a Casa Sanremo. Le performance degli AFA e degli altri artisti in gara potranno essere viste su diverse emittenti televisive private, su alcuni  canali di Sky e anche su youtube.

Ad aspettarli  ci sarà  anche un tour di interviste presso le tante Radio in diretta da Sanremo.

Una bella esperienza tutta da godere a 360°.

Ci vediamo a Sanremoooooo… 🤩🤟😎

Inizia il conto alla rovescia per il 69° Festival della canzone Italiana. Conduttori, programma delle serate e altre news

Il conto alla rovescia è iniziato. Manca davvero poco a quello che è lo spettacolo più atteso dell’anno. Dal 5 al 9 febbraio gli occhi degli italiani saranno puntati sul Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Giunto alla sua 69esima edizione verrà come sempre trasmesso da Rai1 e Radio2 senza dimenticare che Rai International trasmette il Festival in diretta sui canali televisivi che coprono tutti i continenti. Al timone, per il secondo anno consecutivo, troveremo il cantautore romano Claudio Baglioni che veste anche i panni del direttore artistico. Ad affiancarlo una coppia inedita che promette risate e ironia: Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Le novità che arrivano dall’Ariston sono tante, a partire dal fatto che quest’anno troveremo una sola categoria e ventiquattro sfidanti. Sul palco del Teatro Ariston ci saranno i 22 artisti scelti dalla Commissione musicale oltre ai 2 vincitori di Sanremo Giovani, che nelle serate del 20 e 21 dicembre scorso hanno conquistato il passaporto per il concorso di febbraio. Si tratta di un’innovazione fortemente voluta da Baglioni per quella che sarà una gara che appassionerà gli italiani e che si annuncia tanto interessante quanto prestigiosa (i giornalisti esperti di musica che nei giorni scorsi hanno avuto la possibilità di ascoltare i brani in gara in anteprima hanno parlato di un livello alto e di varietà di suoni e di temi). In conferenza stampa, nei giorni scorsi, il festival è stato definito da Baglioni un “evento musicale e spettacolare raccontato dalla televisione”. Il Sanremo di quest’anno propone un cast di Campioni scelto che ha privilegiato i candidati che avessero un’identità artistica e un percorso professionale riconosciuti e riconoscibili, come interpreti musicali. Per il direttore artistico e la Commissione selezionatrice la scelta di quest’anno è stata particolarmente impegnativa perché le 1550 proposte iscritte a Sanremo Giovani e le 300 presentate al Festival della Canzone italiana di Sanremo, esprimono, nella maggioranza dei casi, grande personalità e originalità. La più importante rassegna musicale italiana si articolerà in cinque prime serate. I Campioni in gara si esibiranno tutti nella prima serata (5 febbraio) del Festival. Nelle 2 successive (6 e 7 febbraio) i Campioni interpreteranno, di nuovo, i propri brani in gruppi da 12. Nella quarta Serata (8 febbraio) i 24 Artisti – reinterpreteranno le proprie canzoni in gara, in versione rivisitata o con diverso arrangiamento musicale, ognuno insieme ad un artista Ospite. Nella quinta Serata – la serata finale (9 febbraio) nuova interpretazione -esecuzione delle 24 canzoni in gara da parte dei 24 Artisti. Per quanto riguarda il sistema di voto, invece, attraverso i quattro sistemi di votazione del Televoto (da telefonia fissa e da telefonia mobile), della giuria Demoscopica, della giuria della Sala Stampa e della giuria degli Esperti si arriverà, progressivamente nelle cinque Serate, a definire le graduatorie che decreteranno la canzone vincitrice di Sanremo. Anche quest’anno torna, inoltre, il PrimaFestival, il notiziario flash sui temi caldi che animeranno la 69ᵃ edizione del Festival. Tutti i giorni a partire dal 25 gennaio e subito dopo il Tg1, il Prima Festival accompagnerà il pubblico in pieno clima sanremese con notizie curiose, interviste a caldo e gossip esclusivi sui cantanti in gara, gli ospiti e i conduttori che si alterneranno sul palco dell’Ariston. Non mancherà inoltre il consueto appuntamento con l’analisi dei contenuti che animano i social e dei trend topic più curiosi che circolano in rete. E dal 4 febbraio per tutta la settimana del festival, ancora più notizie, più curiosità e più rumors, a pochi minuti dall’inizio dello show. A 50 anni da quando l’uomo ha messo piede sulla luna, il Dopo Festival 2019, in diretta dal Teatro del Casinò, renderà invece omaggio alle stelle della musica e alle canzoni dell’Ariston. E cielo, stelle e luna saranno non solo al centro di una rinnovata scenografia ma parte integrante di un programma che farà del racconto poetico e di un’ironia stralunata la propria cifra. A trasportarci in questo mondo Rocco Papaleo che insieme a una band musicale accoglierà gli artisti protagonisti del Festival giocando con loro, intervistandoli e coinvolgendoli in cameo musicali dove si esibirà lui stesso.