Archivi tag: Warez

La Lettera di Achille Lauro dopo Sanremo

Miei cari,

vorrei ringraziarvi per l’attenzione e la cura che ci avete dedicato a questo nostro folle progetto Sanremese. Non trovo miglior modo oggi per farlo se non affidando al mio racconto personale quello che avete ascoltato e quello a cui avete assistito. Continuerò sempre a rendervi partecipi della mia creatività e del mio percorso perché voi ne fate parte.

Ho sempre contaminato un genere con l’altro, cercando di inventare musica non catalogabile ed impossibile da etichettare.

Un anno fa ho iniziato ad immaginare la mia musica in modo diverso: volevo creare una performance artistica che suscitasse emozioni forti, intense e contrastanti, qualcosa che in pochi minuti fosse in una continua evoluzione visiva ed emotiva. Una piece teatrale lunga 4 minuti.

Me ne frego è un inno alla libertà sul palco più istituzionale d’Italia. La mia speranza è che potesse scuotere gli animi degli insicuri e le certezze di chi è fermo sulle sue certezze, perché è sempre fuori dalla propria “zona di comfort” il posto in cui accadono i miracoli.

Me ne frego è un inno alla liberta di essere ciò che ci si sente di essere.

Me ne frego, vado avanti, vivo, faccio: questo è il messaggio che ho voluto dare con la canzone, è questo è il vero senso della scelta dei personaggi che io, il mio coodirettore creativo Nicoló Cerioni e il mio manager e responsabile progetto Angelo Calculli abbiamo pensato di portare sul palco dell’Ariston. Menefreghisti positivi, uomini e donne liberi da qualsiasi logica di potere.

Un Santo che se ne è fregato della ricchezza e ha scelto la “libera” povertà, un artista che se n’è fregato dei generi e delle classificazioni sessiste, una Marchesa che, a dispetto del suo benessere, ha scelto di vivere lei stessa come un’opera d’arte, diventando una mecenate fino a morire in povertà e una regina che ha scelto la morte, evitando di curarsi abdicando, pur di restare a proteggere e vivere per il suo popolo.

La condizione essenziale per essere umani è essere liberi.

Lauro

MIKA: in radio da oggi “Dear Jealousy” / dal 1° febbraio la seconda parte del “Revelation tour”

Dal 31 gennaio è in radio il singolo “Dear Jealousy” tratto dall’ultimo album “My Name Is Michael Holbrook”. Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale https://youtu.be/5AbE5M6tHLk , ma anche da una performance live girata durante l’esibizione di Mika al Brooklyn Steel di New York  https://youtu.be/UgcNPfDRV_8 . Il concerto americano, dall’atmosfera intima e magica, è diventato anche un album dal vivo, “Mika Live from Brooklyn Steel”, disponibile sempre dal 31 gennaio esclusivamente su tutte le piattaforme digitali (link all’ascolto: pld.lnk.to/M_LFBS)

Riprende, da sabato 1 febbraio, la seconda parte del “Revelation tour” di Mika prodotta in Italia dalla Barley Arts. Dopo il successo di pubblico e di critica della prima tranche, ecco le città che attendono di vedere l’artista in versione live: PADOVA (sabato 1, Kioene Arena), dove sono rimasti ancora pochi biglietti in venditaBOLZANO (domenica 2, PalaOnda); NAPOLI (mercoledì 5, Teatro PalaPartenope); BARI (venerdi 7, Palaflorio); REGGIO CALABRIA (sabato 8, Palacalafiore).

RIKI in gara nella sezione “Campioni” del 70° Festival di Sanremo con il brano “LO SAPPIAMO ENTRAMBI”, in concerto il 3 ottobre a ROMA e l’11 ottobre a MILANO.

RIKI è in gara nella sezione Campioni del 70° Festival di Sanremo con il brano “LO SAPPIAMO ENTRAMBI” (Sony Music Italy). Il pre-order e il pre-save del brano saranno attivi da domani, venerdì 31 gennaio.

Classe ’92, con oltre un milione di followers su Instagram, il cantautore sale per la prima volta sul palco del Teatro Ariston dopo aver conquistato le classifiche italiane, vendendo oltre 310.000 copie fisiche con il suo primo EP Perdo le parole” e il suo primo album di inediti “Mania” (è l’artista italiano che ha venduto più dischi in assoluto nel 2017), un successo multiplatino che va dal nostro paese all’America Latina.

LO SAPPIAMO ENTRAMBI, una ballad scritta da RIKI insieme al suo produttore Riccardo Scirè, racconta con precisione geometrica una relazione che sta finendo, in cui nessuno ha il coraggio di dirselo («Restiamo distanti restandoci accanto»«Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu ti addormenti guardando la tivù»). Un amore che, proprio nell’era dei social network che offrono infinite possibilità di interazione, vive il paradosso dell’incomunicabilità.

Il brano, che fonde insieme archi ed elettronica, strumenti acustici e vocoder, rappresenta a pieno la nuova fase artistica di RIKI e sarà contenuto nel suo nuovo album di inediti, in uscita in primavera. Ad anticipare il disco, il suo ultimo singolo Gossip” che evidenzia la natura pop fuori dagli schemi dell’artista e che è stato accompagnato da una campagna social innovativa e provocatoria.

Nella serata speciale di giovedì 6 febbraio, pensata per celebrare i 70 anni del Festival, RIKI interpreterà in coppia con Ana Mena “L’EDERA”, il brano presentato al Festival di Sanremo nel 1958 da Nilla Pizzi insieme a Tonina Torrielli.

RIKI sarà in concerto sabato 3 ottobre alle ore 21.00 al Palazzo dello Sport di ROMA (nuova data a recupero del 28 febbraio 2020) e domenica 11 ottobre alle ore 19.00 al Mediolanum Forum di Assago, Milano (nuova data a recupero del 22 febbraio 2020).

“NONNA DAMMI 4 NUMERI” è il titolo del nuovo singolo di Febo,in anteprima su Spotify e in radio e in digitale dal 17 gennaio.

Dopo gli ottimi risultati del singolo “Ciliegie” (80.000 streams in un mese), prosegue il percorso del nuovo progetto discografico del cantautore romano Febo – album in uscita a marzo 2020 – con il nuovo singolo “Nonna dammi 4 numeri” (Lab14/Dischi dei Sognatori distr. Believe Digital) in anteprima su Spotify a partire da domani e in radio e nei maggiori digital store a partire da venerdì 17 gennaio. Lunedì 20 gennaio uscirà anche il videoclip del brano (prodotto da Maestro Production, regia affidata a LaClique).

L’artista racconta così “Nonna dammi 4 numeri”, scritto da Febo con la collaborazione di Marco Rettani, prodotto e arrangiato dallo stesso cantautore e Marta Venturini“Nonna dammi 4 numeri” è un brano che trasforma ‘odio il lunedì’ in ‘odio la Domenica’. Si, proprio così, il giorno del riposo per eccellenza diventa una gabbia, diventa il giorno delle riflessioni e, quindi, il giorno dove ansie e problemi emergono con maggior forza”.

L’inquietudine diventa talmente forte che Febo scomoda gli affetti più profondi, e si rivolge alla nonna che non c’è più chiedendole delle soluzioni ai suoi problemi: “Nonna leggimi l’oroscopo stanotte quando passi nei miei sogni che mi sento il cuore a pezzi. Nonna dammi quattro numeri stanotte quando parli nei miei sogni, che c’ho il conto in banca a pezzi”.

 

FEBO è un cantautore italiano. Le sue canzoni raccontano la vita di oggi, specchio di una generazione in affanno, amori tormentati, storie difficili ma anche momenti di felicità conquistata con tenacia. Ha pubblicato due album e collaborato con vari artisti, tra i quali Ermal Meta, Eros Ramazzotti, Fabrizio Moro e Tommaso Zanello (Piotta). L’ultima sua collaborazione ha portato la vittoria del Festival di Sanremo con “Non mi avete fatto niente”, conquistando 49 Paesi nel mondo.

“ME GUSTA”, il nuovo singolo di SHAKIRA

In attesa della sua esibizione il 2 febbraio alla 54a edizione del Super Bowl, Shakira, l’artista multiplatino pluripremiata ai Grammy Awards, torna con “ME GUSTA”, il nuovo singolo, già disponibile in digitale e dal 24 gennaio in rotazione radiofonica, in collaborazione con il cantante e rapper portoricano ANUEL AA, rivelazione del 2019 con la hit mondiale “China” interpretata con Daddy Yankee, Karol G, J Balvin e Ozuna.

“Me Gusta” arriva dopo alcuni mesi importanti per l’artista, che ha concluso l’anno con un medley dei suoi più grandi successi in occasione della finale di Coppa Davis 2019 e ha pubblicato lo scorso novembre l’album live “Shakira In Concert: El Dorado World Tour”.

Shakira ha venduto più di 80 milioni di copie in tutto il mondo e durante la sua carriera ha vinto 3 Grammy Awards e 11 Latin Grammy Awards, oltre a numerosi World Music Awards, American Music Awards e Billboard Music Awards. È l’unica artista sudamericana ad aver raggiunto la prima posizione in classifica negli Stati Uniti e ad aver avuto 4 singoli nella Top 20 dei brani più venduti degli ultimi 10 anni, oltre ad essere una delle 5 artiste più viste su YouTube di tutti i tempi.

CELESTE: “Stop this flame” nuovo singolo della vincitrice del 2020 Brits Rising Star e del BBC Sound 2020

Celeste, dopo avere vinto il 2020 BRITs Rising Star award e il prestigioso BBC Sound of 2020 presenta il suo nuovo singolo ‘Stop This Flame’. Il brano – pubblicato su etichetta Polydor Records- è il primo assaggio della nuova musica dell’artista britannico-giamaicana. Il 2020 è un anno ricco di impegni, che inizia con l’esibizione alla cerimonia dei BRITs, il prossimo 18 febbraio, dove Celeste si esibirà dal vivo. Dopo i BRITs Awards, Celeste tornerà a marzo in tournée con il cantautore inglese Michael Kiwanuka.

Stop This Flame è una canzone che parla dell’andare fino in fondo”, rivela Celeste. “Che si tratti di non lasciar andare l’amore, di non lasciar andare un sogno o di affrontare le avversità. La canzone ha sempre evocato quei sentimenti dentro di me”.

Celeste, cresciuta a Brighton, attribuisce a suo nonno materno il merito di averle fatto conoscere gli artisti leggendari che hanno poi influenzato il suo sound. Le cassette di Aretha Franklin ed Ella Fitzgerald suonavano a ripetizione nella vecchia Jaguar del nonno tanto da non lasciare indifferente Celeste, che scopriva così il profondo legame con questa musica universale. “Nel mio modo di scrivere canzoni sono molto più ispirata dai cuori affranti”, dice ora. “C’è sempre un lato oscuro, anche se alcune canzoni sono ottimiste. Quei momenti sono stati per me molto stimolanti”.

 

Celeste ha trascorso gli anni dell’adolescenza nella sua cameretta a cantare le cover di Sly And The Family Stone, The Clash e The Specials, Alice Coltrane, Janice Joplin, Thelonius Monk e Ray Charles, fino a comporre le sue prime canzoni originali  completamente autodidatta e aiutata da una voce strepitosa. Nel corso degli anni successivi, la giovane artista ha ottenuto il plauso della critica per i suoi brani, tra cui suo, “Father’s Son”, “Coco Bloode” e “Strange”.

Dal vivo, Celeste ha stupito il pubblico con le prime apparizioni ai festival di Glastonbury e al Primavera Sound, dove ha suonato come artista di supporto di Michael Kiwanuka, Janelle Monae e Neneh Cherry, per non parlare dei tre spettacoli esauriti all’Omeara di Londra a novembre che hanno ottenuto una recensione a cinque stelle da parte della rivista NME: Celeste è “un talento unico nel suo genere… la miglior cantante soul britannica che sia mai emersa negli ultimi anni” …”Se c’è giustizia, la superstar è proprio dietro l’angolo”.

PANINI COMICS presenta BOWIE, la biografia a fumetti del Duca Bianco – Disponibile dal 10 gennaio, nell’anniversario della scomparsa

In contemporanea con l’originale americano e in occasione del quarto anniversario della sua scomparsa, Panini Comics pubblica in Italia Bowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams, la biografia a fumetti che racconta la vita dell’icona mondiale David Bowie: un artista anticonformista che ha sedotto intere generazioni di fan con la sua musica indimenticabile, uno straordinario performer visivo che ha lasciato un’impronta indelebile nell’immaginario collettivo.

Un volume emozionante e magnificamente illustrato dalla coppia più pop e technicolor del fumetto americano, Michael e Laura Allred, con la sceneggiatura di Steve Horton, che ripercorre la scalata al successo dell’artista dall’anonimato alla fama mondiale, in parallelo all’ascesa e alla caduta del suo alter ego Ziggy StardustBowie – Stardust, Rayguns & Moonage Daydreams è un lavoro monumentale ispirato dall’unico e solo super eroe, extraterrestre e dio del rock and roll.

GLI AUTORI

Micheal Allred è un fumettista e scrittore americano, autore di graphic novel come MadmanRed Rocket 7 e iZombie. Le sue opere, caratterizzate da uno stile pop e immaginifico, sono spesso colorate dalla moglie Laura Allred, vincitrice del “Best Coloring” Eisner Award per il suo lavoro su iZombie e Madman All-New Giant-Size Super-Ginchy Special.

Steve Horton ha lavorato come sceneggiatore per diverse case editrici di fumetti, tra cui DC, Image, IDW (Satellite Falling) e Dark Horse (Amala’s Blade).