Archivi tag: achille lauro

Sanremo 2021: Amadeus annuncia Achille Lauro, Elodie e Ibrahiovic ospiti

Dopo l’annuncio dei 26 big in gara, Amadeus svela ulteriori tasselli del Festival di Sanremo 2021

Elodie non ci sarà solo in veste di cantante ma co-condurrà con me una serata”- ha spiegato Amadeus a margine della conferenza stampa di presentazione dello show di fine 2020 L’anno che verrà – e sarà una delle donne del Festival. Achille Lauro invece sarà protagonista di cinque “quadri”, uno per ogni serata del Festival”. Entrambi erano stati presenti anche nell’edizione 2020, il primo Sanremo di Amadeus, ma come cantanti in gara, entrambi con grande successo: Elodie aveva portato Andromeda, Achille Lauro aveva bissato con Me ne frego il successo di Rolls Royce (2019).

Amadeus ha anche confermato una notizia nell’aria da qualche settimana: la presenza sul palco dell’Ariston di Ibrahimovic come co-conduttore per tutte e cinque le serate. “E’ un altro colpo di Sanremo: non salterà nessuna partita del Milan”, ha dichiarato Amadeus. Anche se, a ben vedere, il calendario del campionato di calcio entrerebbe a questo punto in conflitto con il Festival: mercoledì 3 marzo alle 20:45 (a meno di spostamenti d’orario del match) sarebbero in programma in contemporanea la seconda serata e la partita Milan-Udinese… 

ACHILLE LAURO FUORI IL nuovo singolo e nuovo VIDEOCLIP DI “JINGLE BELL ROCK” FEAT ANNALISA

È disponibile da oggi sul canale YouTube di Achille Lauro il videoclip di Jingle Bell Rock feat Annalisa, estratto da 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BANDAchille Lauro e Annalisa consolidano con questo classico del Natale la loro collaborazione: nata sul palco dell’Ariston con la struggente interpretazione de Gli uomini non cambiano di Mia Martini e proseguita con Sweet Dreams in 1990, i due sono ormai una coppia artistica affiatata e capace di impreziosire ogni brano in cui si trova a lavorare insieme.

Sia Achille Lauro che Annalisa sono presenti nel videoclip del brano, diretto da Fabrizio Conte per Borotalco Tv e immerso in sfavillanti atmosfere da Roaring Twenties. L’atmosfera richiama quella della festa, così come il brano stesso: dopo la Grande Guerra, il periodo di crescita economica e di iniziale ottimismo dopo gli anni bui del conflitto lasciò spazio all’animo più festaiolo. Il Natale, in particolare, assunse un immaginario simile a quello moderno, con grandi celebrazioni, alberi stravaganti, biglietti di auguri, luci di festa, tanti regali ed eleganti party, proprio come quello del videoclip di Jingle Bell Rock.

Il brano è contenuto in 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BANDuscito il 4 dicembre su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile. Si tratta del side project che chiude la trilogia di repack del passato: arriva dopo 1990, tributo alla musica Dance, e 1969 – Achille Idol Rebirth, dall’animo punk-rock, certificato Disco di Platino da Fimi/Gfk8 tracce, tra brani inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz anni ‘20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più ricercata, con ospiti – oltre ad Annalisa – come Gigi D’Alessio, Izi e Gemitaiz. È la prima esperienza di produzione di un intero album live per l’artista: dopo il live di Taranto con l’orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano, Achille Lauro incide un intero progetto musicale con la Untouchable Jazz Band, guidata dal Maestro Dino Plasmati.

ACHILLE LAURO, IL SIDE PROJECT “1920” REGISTRATO DAL VIVO CON ORCHESTRA IN USCITA IL 4 DICEMBRE

Big party, paillettes, black swing, gessati, Chicago, vecchi Gangster italo-americani, questo è il mood del nuovo side project di Achille Lauro: 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BANDin uscita il 4 dicembre su tutte le piattaforme digitali e negli store in formato cd e vinile, già disponibile in preorder8 tracce, tra brani inediti e riedizioni in pieno ritmo jazz anni ‘20, un dialogo tra passato e presente, l’improvvisazione più ricercata. Cover, come My Funny Valentine, Tu vuò fa’ l’americano e Jingle Bell Rock; inediti, tra cui Piccola Sophie, Pessima e Chicago; riedizioni, come Cadillac 1920 e Bvlgari Black SwingAchille Lauro aggiunge al progetto la collaborazione di importanti artisti del panorama musicale italianoGigi D’Alessio, colonna portante della musica italiana; Izi e Gemitaiz, affermate star del mondo urban; Annalisa, ormai al fianco di Achille Lauro dall’incredibile esibizione sul palco dell’Ariston.

Il side project chiude la trilogia di repack del passato: con 1990, tributo alla musica Dance, e a 1969 – Achille Idol Rebirth, dall’animo punk-rock, certificato Disco di Platino da Fimi/Gfk, Achille Lauro dimostra di saper indossare giacche di pelle, tacchi glitter e fedora sempre con la stessa credibilità. 1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BANDprende ispirazione dal desiderio di leggerezza nato durante il Proibizionismo dei primi anni del ‘900. Un sapiente mix di generi e artisti diversi per un esperimento che diventa una vera e propria Jam Session.

“Sono tornato completamente cambiato da questo viaggio negli anni ’20. La mia concezione di fare musica è sconvolta, tutto ciò che pensavo prima si è capovolto – afferma Achille Lauro –  Inizialmente mi concentravo solo sulla mia ossessione di seguire da vicino tutti i minimi dettagli del lavoro; oggi, grazie a questa trilogia ‘69 – ‘90 – ‘20, ho capito che è stato tutto solo l’entrée di quello che sto per proporre”.

1920 – ACHILLE LAURO & THE UNTOUCHABLE BAND è la prima esperienza di produzione di un intero album live per l’artista: dopo il live di Taranto con l’orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano, Achille Lauro incide un intero progetto musicale con la Untouchable Jazz Band, guidata dal Maestro Dino Plasmati. Partecipazioni d’eccezione, quali quella del maestro Israel Varela alla batteria, o del maestro Flavio Boltro alla tromba, impreziosiscono la già favolosa performance della LJP Jazz Band, che vanta eccellenti musicisti della tradizione jazz e swing.

ACHILLE LAURO E L’OPERA PERFORMANCE LOVE IS LOVE AL MUSEO DEL CINEMA DI TORINO

Opera Performance Love is Love

“Love is Love” è la prima opera metafisica di Achille Lauro, una performance, che si completa con un’esposizione pittorica.

L’opera sarà esposta il 25 ottobre 2020, dalle 10 alle 17, all’interno del Museo del Cinema, nell’incredibile cornice della Mole Antonelliana di Torino, simbolo della città, in occasione della 35′ edizione del Lovers Film Festival, uno dei più importanti festival cinematografici LGBTQI d’Europa.

Dalle 10 alle 13 l’opera ha preso vita con una performance.

Nell’opera l’artista racconta il significato dell’essere oggetto di una discriminazione di genere, rinchiudendo in una gabbia due persone ed esibendo il loro sentimento in silenzio.

La gabbia, minimale e fatiscente, ricorda le gabbie da circo e le due persone svestite all’interno due animali addestrati per l’ultimo spettacolo. L’atto d’amore, rinchiuso tra le sbarre,diventa metaforicamente solo intrattenimento per il grande pubblico, come se la scelta di amare necessitasse approvazione o applausi, raccontando la nudità che si percepisce quando si è sottoposti a giudizio.

L’opera rappresenta la purezza di chi vuole solo scegliere l’amore in libertà, in contrapposizione agli stereotipi imposti dal mondo esterno e il pregiudizio verso il sentimento.

Nella gabbia, come sospeso nel vuoto, il dipinto ​“Love is Love” realizzato dall’artista.

1969 – ACHILLE IDOL REBIRTH DEBUTTA DIRETTAMENTE SUL PODIO, MENTRE 16 MARZO E BAM BAM TWIST CONQUISTANO IL DISCO DI PLATINO

1969 – Achille Idol Rebirth (Elektra Records/Warner Music Italy), l’album di Achille Lauro già certificato Disco d’Oro, uscito il 25 settembre in una speciale riedizione che contiene gli inediti Maleducata soundtrack di Baby 3 e C’est la vie feat Fiorella Mannoia, balza di più di novanta posizioni e si piazza direttamente sul podio delle classifiche di vendita Fimi/Gfk. Intanto, due dei grandi successi di questo album, per mesi ai vertici delle classifiche radiofoniche, sono certificati Disco di Platino: la struggente ballad 16 marzo, che conta oltre 30 milioni di ascolti sulle diverse piattaforme, e Bam Bam Twist, tormentone estivo che rievoca il ballo più sexy e provocante della storia, ancora tra i brani più trasmessi in radio.

Se quello di Achille Lauro è un continuo viaggio nel tempo, il 2020 ne è senza dubbio una tappa fondamentale, quella della consacrazione nell’Olimpo della musica italiana: 412 milioni di streams per i suoi brani, 90 milioni di views totali su YouTube, più di 35.000 copie vendute per gli album. Al debutto di 1969 – Achille Idol Rebirth, con il singolo Maleducata contenuto nella colonna sonora di Baby 3 e accompagnato da uno sconvolgente videoclip che riprende le atmosfere di Rocky Horror Picture Show è ancora forte il successo di 1990. Il side project omaggio ai favolosi Nineties uscito solo il 24 luglio scorso per Elektra Records/Warner Music Italy di cui l’artista è Chief Creative, è balzato in cima alle classifiche di vendita: ha debuttato infatti direttamente al primo posto della classifica di vendita Fimi/Gfk nella categoria album e nella categoria vinili.

Ma il successo di Achille Lauro non si misura solo attraverso i numeri: icona, punkrocker, popstar, Lauro è stato capace di scardinare ogni stereotipo di genere, diventando un inno alla pansessualità, al no gender, fluido oltre il maschile e il femminile. Sempre pronto a rinnovarsi, a muoversi con agilità tra generi ed epoche: rinasce ancora una volta, “ACHILLE IDOL” l’alter ego dell’artista più discusso degli ultimi anni, tornato dal suo passato per completare “1969”, un viaggio nel tempo iniziato solo 1 anno fa per un artista deciso ad andare ancora lontano, sempre oltre.

ACHILLE LAURO: “MALEDUCATA” È IL NUOVO SINGOLO colonna sonora SU NETFLIX IN “BABY 3” e IN RADIO E SU TUTTE LE PIATTAFORME DIGITALI

Achille Lauro, il principe del glam torna nel mondo del rock estremo, del punk e della maleducazione hard e glitterata. Un “Rocky Horror Picture Show” che si sveste di generi e di etichette e lascia spazio a lusso, esagerazione e sregolatezza.

Una pole dance di calze a rete, tacchi e mascara shakerati che torna prepotentemente sulla scena musicale con Maleducata: il nuovo singolo di Achille Lauro,in uscita per Elektra Records/Warner Music Italy, sarà disponibile da giovedì 17 settembre su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica.Maleducata anticipa “1969 – Achille Idol Rebirth”, riedizione dell’album certificato Disco d’Oro, in uscita il 25 settembre.

Maleducata è la soundtrack della terza attesissima stagione della serie Baby, prodotta da Netflix e in onda da domani in 190 paesi del Mondo. Il brano potrà quindi essere ascoltato a partire proprio da domani, mercoledì 16 settembre, sulla piattaforma Netflix.

Sonorità Seventies dal sound internazionale, ricercato e unico; una voce calda e sussurrata, fuori controllo come nel punk londinese, tra il gemito di chitarre elettriche sexy e distorte e un ritmo di batteria duro: Maleducata è un perfetto mix di eccesso, sfacciataggine e Rock and Roll. Gli stessi ingredienti che ritroviamo in Baby 3.

Ti voglio sempre così davvero, fammi male ora che sto qui,

se l’amore uccide, io voglio che tu sia il mio sicario”.

Maleducata, un amore inverso in cui il corpo dell’uomo diventa una passerella su cui la donna sfila dopo avergli strappato il cuore: in questa canzone so: porno, che fa perdere la testa, l’artista si trasforma in una stupida coniglietta, libera di essere maleducata.

ACHILLE LAURO, Fuori “1990” – 7 HIT MONDIALI PER CELEBRARE IL SUO ANNO DI NASCITA.

Achille Lauro rende omaggio ai favolosi 90’s con 1990, il nuovo side project titolato proprio con l’anno della sua nascita e in arrivo dopo il successo di Sanremo, dopo l’uscita di 16 marzo già certificato disco d’oro e di Bam Bam Twist ai vertici delle classifiche radiofoniche, e prima di un autunno che per Achille Lauro promette grandi sorprese.

1990, da oggi è disponibile in tutti gli store e le piattaforme digitali, è il primo progetto di Achille Lauro come Chief Creative di Elektra Records/Warner Music Italy. E oltre a essere un geniale come back nella cultura pop anni Novanta, è un caldo abbraccio artistico da parte di molti dei più rilevanti Artisti della scena attuale, alcuni dei quali del gruppo Warner Music, con feat inediti e originali.

Gli anni 90 sono stati fondamentali per la crescita di Achille Lauro che oggi intende celebrarli con un album inaspettato e dirompente: da un lato il vuoto lasciato dalla morte di miti come Freddie Mercury (1991), Kurt Cobain (1994), 2 Pac (1996), Notorious B.I.G. (1997), dall’altra la nascita di un nuovo genere che dall’Europa ha conquistato presto tutto il mondo e che ha sicuramente travolto l’immaginario artistico di Lauro.

Un side project con 7 celebri hit mondiali “rigenerate” da Achille Lauro che ha voluto coinvolgere tanti amici: dalla storia della dance italiana e mondiale (Alexia, Eiffel 65, Benny Benassi) al panorama attuale (Ghali, Capo Plaza, Gemitaiz, Massimo Pericolo e Annalisa, già con Lauro nella serata delle cover dell’ultima edizione del Festival di Sanremo). Sono loro, insieme a produttori come Dardust, Gow Tribe, DIVA e Marnik, i protagonisti di 1990: un viaggio in cassa dritta che più che un tuffo nel passato è proiettato in un futuro senza tempo, con suoni e arrangiamenti che riescono ad essere attuali e si uniscono perfettamente al linguaggio di Lauro.

Un album che lascia senza fiato con una selezione di brani travolgente: Be My Lover dei La Bouche, Scatman’s World di Scatman John, Sweet Dreams (Are Made of This) degli Eurythmics (riportata al successo proprio negli anni Novanta da Marylin Manson), Me and You di Alexia, The Summer Is Magic di Playahitty, Blue (Da ba dee) degli Eiffel 65 e Illusion di Benny Benassi.

A dare una forma visiva alla musica, anche per questa occasione Achille Lauro propone un apparato iconografico forte declinato nelle tinte del rosa e del fuxia. L’assenza dell’artista è totale e lascia il palcoscenico al suo alter-ego giocattolo: una bambola dal look androgino, per ritrovare i segni delle sue radici musicali immerse proprio in quell’immaginario. La bambola è stata creata appositamente per l’occasione da Magia 2000, il duo di designer italiani Mario Paglino e Gianni Grossi, conosciuti in tutto il mondo e specializzati nella creazione e realizzazione di pezzi unici.

Sarà inoltre disponibile su YouTube dalle 14.00 di oggi il videoclip del primo estratto da 1990, Scat Men feat. Ghali e Gemitaiz con la produzione di DIVA, DRD, Gow Tribe & Marnik. Riprendendo l’estetica di tutto il progetto grafico dell’album, anche nel video – per la regia di Anthony Rosati – il protagonista è l’alter-ego bambola di Lauro. In pieno spirito da super eroe, si muove su una cabrio rosa (la stessa dell’artwork di copertina, il codice d’accensione? “1990”, naturalmente) in quello che è un chiaro riferimento al mondo dei videogiochi degli anni Novanta. Raggiunto dai co-protagonisti Ghali e Gemitaiz, i tre, armati di bazooka, attraversano un universo fantascientifico con le diverse prove da superare, tra unicorni e valli incantate. L’ultima, la più epica, è lo scontro finale con un mostro cibernetico, sconfitto dal trio che riemerge vittorioso tra le fiamme, sul finale.

La creatività di tutto il progetto è affidata all’ormai consolidato team composto da Achille Lauro, Nicolò Cerioni e Angelo Calculli.

Achille Lauro Censurato.

L’artista sui social denuncia la mancata affissione del maxi poster che lo ritrae crocifisso in versione Barbie

“Questa è l’immagine che avreste visto oggi nel maxi-cartellone di Corso Como a Milano, ma la pesante mano della censura delle pubbliche affissioni lo ha impedito”. Così scrive Achille Lauro sui social pubblicando il poster che doveva pubblicizzare il nuovo album, 1990, in uscita domani, 24 luglio. “Io invece la regalo a tutti voi e come sempre Me ne frego” aggiunge, citando il titolo della canzone che ha presentato all’ultimo festival di Sanremo.


Nell’immagine il camaleontico artista appare in versione Barbie crocifisso su una croce di dolcetti. La versione pupazzetto in varie pose e compagnie scandisce sui suoi profili social i giorni mancanti all’uscita del nuovo disco a partire dallo scorso 12 luglio, nel giorno del suo trentesimo compleanno quando ha pubblicato una foto sui social con la scritta: “Da oggi consideratemi una 18enne”.


Intanto il suo nuovo singolo è uno dei tormentoni dell’estate, Bam Bam Twist, accompagnato da un videoclip interpretato da Claudio Santamaria e Francesca Barra, coppia sul set e nella vita, che citano dichiaratamente il twist di John Travolta e Uma Thurman nel film Pulp Fiction. “Non mi interessa la gara dei tormentoni, mi piaceva l’idea di riproporre un ballo iconico come il twist che richiama il divertimento e in qualche modo anche l’estate” ha detto di recente Achille Lauro

ACHILLE LAURO, FUORI IL VIDEOCLIP DI “BAM BAM TWIST” CON CLAUDIO SANTAMARIA E FRANCESCA BARRA – ANNUNCIATE ANCHE LE NUOVE DATE DI ACHILLE LAURO LIVE 2021

Sono l’attore Claudio Santamaria e sua moglie, la giornalista, scrittrice e conduttrice Francesca Barra, i protagonisti del videoclip in uscita oggi di BAM BAM TWIST, nuovo singolo di Achille Lauro già disponibile per Elektra Records su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica. Intanto, mentre la power ballad 16 Marzo è appena stata certificata Disco D’Oro, Achille Lauro ha annunciato anche le nuove date di ACHILLE LAURO LIVE 2021, il tour prodotto da F&P che segna il suo attesissimo ritorno dal vivo.

Due moderni Vincent Vega e Mia Wallacenell’omaggio a una delle scene più iconiche della storia del cinema mondiale: quella del coinvolgente e sensuale twist con John Travolta e Uma Thurman in Pulp Fiction, pellicola cult di Quentin Tarantino del 1994. In una sala da ballo vuota, il Malandrino Achille Lauro è il frontman di una band queer e patinata. Il ritmo di chitarre e rullante semplice ed intrigante di BAM BAM TWIST accompagna il ballo tra Santamaria e la Barra: la coppia – scalza come i protagonisti del film tarantiniano, unghie laccate di nero, proprio come Lauro – si fronteggia in una coreografia che in un crescendo di sensualità si trasforma in un duello all’ultimo glitter.

 

L’atmosfera è calda, ma allo stesso tempo sospesa, quasi tesa, come nella migliore tradizione pulp: è facile immaginare sparatorie e fughe rocambolesche la cui colonna sonora è questo BAM BAM TWIST, “un ballo a due, che è stato allo stesso tempo il più promiscuo ed il più elegante degli anni ‘mitici’ e ‘favolosi’ del Miracolo Economico”, come lo ha definito lo stesso Achille Lauro. Il videoclip è diretto da Antonio Usbergo e Niccolò Celaia per YouNuts!,

Achille Lauro ha annunciato inoltre lo spostamento del tour 2020, aderendo alle decisioni prese da tutti gli esponenti del mondo della musica, e ha anticipato le nuove date di ACHILLE LAURO LIVE 2021il tour prodotto da F&P in cui presenterà “Achille Idol Immortale”: icona, punkrocker, popstar, l’alter-ego di Achille Lauro che torna dal passato dopo essere stato crocifisso per risorgere ad icona Glam. Concettuale, oltre il maschile e il femminile, oltre gli schemi omologati di una sessualità di genere, un inno alla pansessualità.

Il tour, previsto per ottobre 2020, si sposta con nuove date – sempre in ottobre – nel 2021 e toccherà le città di: Milano (16 ottobre 2021 – Lorenzini District), Venaria, TO (18 ottobre 2021 – Teatro Concordia), Cesena (21 ottobre 2021 – Nuovo Carisport), Napoli (23 ottobre 2021 – Casa della Musica), Firenze (26 ottobre 2021 – Tuscany Hall). Si concluderà con una doppia data a Roma, al Palazzo dello Sport, il 29 e il 30 ottobre.

I biglietti già acquistati per gli show previsti ad ottobre 2020 rimangono validi per gli show di ottobre 2021.

ACHILLE LAURO: IL NUOVO SINGOLO “BAM BAM TWIST” DA VENERDI’ 19 GIUGNO

Achille Lauro introduce il gettone nel suo pazzo jukebox e seleziona il tasto A1: BAM BAM TWIST ed inizia un’estate anni ‘60 “Dal tramonto all’alba”.

Il “Malandrino della musica italiana, sua Eccellenza Achille Lauro”, sbanda tra richiami di atmosfere cinematografiche, in una gimcana tra Tarantino e Scorsese, tra Vincent Vega e Henry Hill, con un twist per “Bravi ragazzi”, dai tratti Pulp.

Un ritmo di chitarre e rullante semplice ed intrigante, nel quale è facile immaginare sparatorie e fughe rocambolesche, come nella migliore tradizione cinematografica, per colpa della “Donna del Boss”.

“In tempi di distanziamento sociale, la mia follia vi porta in pista con un ballo a due, che è stato allo stesso tempo il più promiscuo ed il più elegante degli anni “mitici” e “favolosi” del Miracolo Economico – ha dichiarato Achille Lauro -. Un ballo che nasce dalla gestualità dello “spegnere mozziconi di sigarette sulla pista da ballo e pulire le superfici con le estremità di un asciugamano”: il Twist, l’evoluzione sexy e sensuale dello Swing.”