PANICO RELAX, la band abruzzese lancia il nuovo singolo “SARA’ LA TUA CAREZZA”

PANICO RELAX
“Sarà la tua carezza”

Panico Relax sono un gruppo abruzzese di Pescara.
Il nome della band deriva dallo stile di vita dei componenti;
un mood che ha condizionato anche la scelta del sound
ed il lato autoriale. I testi raccontano il quotidiano con un tocco
intimo sensazionale
, tale da arrivare dritto al cuore dell’ascoltatore,
che si ritrova nelle vicende e nei sentimenti.

Il cantante e fondatore dei Panico Relax , Riccardo Ingegno,
si definisce un vero Indipendente, in quanto non ha mai ricevuto
alcun supporto economico o artistico nel suo percorso.
Nel 2019, dopo anni di duro lavoro ottengono il loro primo
contratto discografico con Digital Distribution Bundle, sublable
dedicata alla musica emergente italiana dell’etichetta discografica
TRB REC di AndreaTognassi.

“Sarà la tua carezza”
La cosa più importante per qualsiasi individuo è sapere che ovunque vada,
ci sarà sempre qualcuno ad aspettare il suo ritorno.
Sarà la tua carenza racconta di un amore infinito, incondizionato;
un amore che fa sentire a casa.

Panico Relax con il loro nuovo singolo raccontano l’amore come
un sentimento eterno e dinamico
, che muta nel tempo, ma non svanisce
mai del tutto. Tutti noi che ogni mattina ci alziamo ed andiamo a litigare nel traffico; con il nostro lavoro, in una guerra continua a chi è più bravo, sentiamo però la necessità di rifugiarci in un caldo abbraccio; di sapere che esiste una persona speciale che ci aspetta.

Sarà la tua carezza” è dedicata a tutti coloro che hanno bisogno di sentirsi
vulnerabili 
per capire di essere umani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...