Fatboy Slim: il re del big beat giovedì 13 febbraio all’Alcatraz di Milano

Il grande ritorno di colui che meglio di chiunque altro incarna il concetto di festa e divertimento.

Giovedì 13 febbraio arriva all’Alcatraz di Milano Fatboy Slim, l’imperatore del big beat. 

Una serata esclusiva che inaugura il Just Music Festival OFF 2020, una delle sezioni in cui si articolerà la sesta edizione di Just Music Festival, uno dei più importanti eventi internazionali del Paese, che per la prima volta include Milano nella sua preview. (Acquista qui le prevendite all’evento).

Produttore discografico, beatmaker e dj, Fatboy Slim – nome d’arte di Norman Cook – è considerato il padre del big beat, quel mix di house, breakbeat, rock, hip hop e r’n’b che ha segnato gli anni a cavallo tra fine ’90 e inizio 2000. Uno straordinario alchimista dei bit, protagonista insieme ai Chemical Brothers di uno dei filoni più vitali della musica dance, che è riuscito a consacrare l’elettronica nell’Olimpo della musica pop, portando ai vertici delle classifiche mondiali tracce fino a quel momento riservate al mondo dei club.

Artista dalle infinite identità e dai mille progetti e con oltre 30 anni di carriera alle spalle, Fatboy Slim continua a divertirsi e a divertire come DJ. Ci sono infatti pochissime cose che Cook ama fare tanto quanto stare in piedi dietro ai piatti, indossando camicie hawaiane e saltando a tempo di musica, tra un mash-up e l’altro. Grazie a hit planetarie come “Right here, right now”, “Slash dot dash”, “Gangster trippin’”, “Praise you” e “The Rockafeller Skank”, Norman Cook è uno dei pochissimi artisti contemporanei che può vantare di aver (letteralmente) fatto ballare milioni e milioni di persone in tutto il pianeta.

Pianeta a cui il producer britannico tiene particolarmente: il video del remix della sua hit “Right Here, Right Now” unita al discorso di Greta Thunberg al Climate Action Summit dello scorso 23 settembre alle Nazioni Unite – più precisamente, quello che recitava “right here, right now, is where we draw the line. The world is waking up, whether you like it or not. Right here, right now”, è diventato virale, ottenendo milioni di visualizzazioni, tanto da essere stato inserito in un live del producer britannico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...